Tag: incontricapitali

Dal romanzo all’approfondimento scientifico: i prossimi Incontri capitali

Serena Bortone

Dal romanzo all’approfondimento scientifico: i prossimi Incontri capitali, rassegna di libri e parole per Pesaro 2024, spaziano su diversi argomenti con due appuntamenti entrambi al femminile. Lunedì 29 aprile sul palco dell’Alusfera è attesa Serena Bortone, giornalista, autrice e conduttrice televisiva che presenterà il suo romanzo d’esordio A te vicino così dolce (Rizzoli) in dialogo con la scrittrice e critica letteraria Giulia Ciarapica (Pesaro, piazza del Popolo – ore 18,30).

L’autrice racconta una storia ambientata alla fine degli anni ’80, quando ancora non c’era Internet e le informazioni transitavano attraverso le chiacchiere o i libri. È la storia di due amiche inseparabili fin dall’infanzia e di un’estate nella quale si rompono gli equilibri perché entra in scena, decisivo e devastante, l’amore. Serena Bortone descrive quella stagione della vita in cui i sentimenti sembrano prevalere su tutto e ci restituisce il ritratto di una generazione che scopre di non essere mai stata così libera come le hanno fatto credere.

Martedì 30 aprile l’appuntamento è con la scienza: Sandra Mazzoli, microbiologa e virologa, sarà ospite a Pesaro con un discorso su Microbiomi e microbiota nell’evoluzione umana (Alusfera di piazza del Popolo, ore 18.30). L’autrice ci parlerà della presenza dei microrganismi e dei cambiamenti dell’ecologia microbica nell’arco dell’evoluzione umana oltre che dei fattori che l’hanno influenzata, spiegandoci come i microrganismi interagiscano con l’uomo fin dagli albori della storia. Tanti gli spunti di approfondimento: dal concetto di Microbioma a quello di Microbiota, alla teoria evoluzionistica dell’Olobionte. E ancora, tra gli argomenti, gli studi del Microbiota, soprattutto intestinale e la nascita della nuova scienza, la Paleomicrobiologia, fondamentali per definire caratteristiche e microrganismi che ci hanno colonizzato od infettato dall’antichità fino alla Rivoluzione industriale dell’Ottocento e ai giorni nostri.

La rassegna è promossa da Pesaro 2024 – Capitale Italiana della Cultura in collaborazione con Passaggi Cultura. Tutto il programma sul sito di Pesaro 2024.

De Bortoli e Pagnoncelli prossimi protagonisti di Incontri capitali

De Bortoli

Comunicazione e opinione pubblica: questi gli argomenti dei prossimi Incontri capitali promossi da Pesaro Capitale Italiana della Cultura. Lunedì 15 aprile sarà Ferruccio De Bortoli a declinare il tema di Pesaro 2024 con una lectio magistralis dal titolo ‘Naturale e artificiale, vero e falso. Comunicazione pubblica ed evoluzione tecnologica, costume e regole’ (Pesaro, Alusfera di Piazza del popolo – ore 18.30).

Già direttore del Corriere della Sera e del Sole 24 Ore e attualmente presidente della casa editrice Longanesi, De Bortoli rifletterà su come le grandi svolte del progresso e della tecnologia sono state anticipate dalla letteratura, dall’arte e dal giornalismo. Attraverso le curiosità dell’archivio del Corriere della Sera, ci proporrà un piccolo viaggio tra testi profetici e opere immaginifiche per capire come è cambiato il rapporto tra naturale e artificiale, reale e irreale, fino all’assottigliarsi della barriera tra vero e falso.

Una seconda lectio magistralis vedrà protagonista giovedì 18 aprile Nando Pagnoncelli presidente Ipsos Italia che approfondirà ‘L’importanza dell’opinione pubblica nell’evoluzione (o trasformazione) della città’ (Alusfera di piazza Popolo, ore 18.30). Nei processi di trasformazione in atto, l’opinione dei cittadini assume un ruolo fondamentale, ma è necessario, secondo Pagnoncelli, trovare un punto di equilibrio tra politica e opinione pubblica per evitare, come avviene da troppo tempo, che la prima insegua la seconda per ragioni di consenso. Nell’analisi, la cultura, intesa in senso antropologico, assume un ruolo centrale perché può consentire al cittadino di essere consapevole delle proprie responsabilità e del ruolo che gli compete nella società.
La rassegna è promossa in collaborazione con Passaggi Cultura.

Tra filosofia e tecnologia: la lectio magistralis di Maura Gancitano

Maura Gancitano

All’interno di ‘Incontri capitali’ prosegue il ciclo delle lectio magistralis: giovedì 11 aprile ospite a Pesaro sarà Maura Gancitano che interverrà sul tema ‘La tecnologia come phàrmakon’ (Alusfera di piazza del Popolo, ore 18.30).

Gancitano è una saggista, filosofa e opinionista attiva soprattutto nell’ambito della divulgazione, con collaborazioni giornalistiche e partecipazioni a dibattiti politici. È co-fondatrice, insieme con Andrea Colamedici, di Tlon scuola di filosofia e progetto di divulgazione culturale.

Nella sua lectio declinerà il tema di Pesaro 2024 riflettendo sul rapporto tra filosofia e tecnologia: la prima ha spesso nutrito un certo scetticismo nei confronti della tecnica e della tecnologia, ma ci si chiede se questa rappresenti ancora una posizione filosofica in grado di descrivere la complessità del nostro tempo. La tecnologia ci sta davvero disumanizzando, o potrebbe rappresentare qualcosa di diverso? Ci renderà meno creativi o potrebbe aiutarci a fare arte?

Si tratta di domande che oggi costituiscono oggetto di riflessione per molteplici discipline, e per le quali forse, secondo Gancitano, la posizione più ragionevole può trovarsi proprio nell’idea di ‘phàrmakon’, vox media che indica al tempo stesso veleno e rimedio, e che può cogliere opportunità e tossicità delle innovazioni tecnologiche imparando a gestirne la complessità.

È stato annullato, per motivi organizzativi, l’incontro con Nathania Zevi che era previsto per venerdì 12 aprile. Il prossimo appuntamento di ‘Incontri capitali’ sarà lunedì 15 con Ferruccio de Bortoli, già direttore del Corriere della Sera e del Sole-24 Ore, che proporrà a Pesaro una lectio su ‘Naturale e artificiale, vero e falso. Comunicazione pubblica ed evoluzione tecnologica, costume e regole’ (Alusfera di piazza del Popolo, ore 18.30).

La rassegna è promossa da Pesaro Capitale Italiana della Cultura e realizzata con la collaborazione di Passaggi Cultura.

D’Alema e Tarquinio dialogano su Il disordine mondiale

gli Incontri Capitali

Proseguono gli Incontri capitali di Pesaro Capitale Italiana della Cultura: Il disordine mondiale è il tema della conversazione tra Massimo D’Alema e Marco Tarquinio precedentemente rinviata e ora in programma oggi pomeriggio, sabato 6 aprile, nell’Alusfera di Piazza del Popolo (ore 18.00). Un dialogo che ci darà spunti per riflettere sui nuovi equilibri globali, sull’attualità e sulla realtà che ci circonda in continua e rapida trasformazione.

Massimo D’Alema, nel 1989 è tra i giovani dirigenti della “svolta” che con Achille Occhetto, trasformano il Pci in Partito democratico della sinistra (Pds), del quale è poi eletto segretario nazionale. È stato Presidente del Consiglio dei Ministri dal 1998 al 2000 e nel 2006, con il Governo Prodi, nominato vicepresidente e ministro degli Esteri. Attualmente è presidente della Fondazione Italianieuropei. Marco Tarquinio giornalista, esperto di politica interna e internazionale, ha lavorato per il settimanale ‘La Voce’ e per diversi quotidiani tra i quali ‘Avvenire’, giornale del quale è ancora editorialista e che ha diretto per 14 anni.

Martedì 9 aprile il prossimo ospite della rassegna sarà Walter Veltroni che presenterà il suo ultimo libro La condanna edito da Rizzoli (Alusfera di piazza del Popolo, ore 18.30): nella Roma del settembre 1944, la vicenda drammatica di Donato Carretta, direttore di Regina Coeli, linciato dalla folla inferocita. La rabbia del popolo che si trasforma in giustizia sommaria, in una storia del passato che ci fa riflettere anche sul nostro presente.

‘Incontri capitali’ è una rassegna promossa da Pesaro Capitale italiana della Cultura in collaborazione con Passaggi Cultura.

Politica e attualità al centro di Incontri Capitali

Gentiloni

Incontri capitali inaugura gli appuntamenti del mese di aprile con due conversazioni che mettono al centro politica e attualità.

Giovedì 4 aprile il Commissario Europeo Paolo Gentiloni e il sindaco di Pesaro Matteo Ricci dialogheranno sul tema L’Europa nel mondo che cambia: un’occasione di confronto e di approfondimento sul ruolo dell’Unione Europea e sulle sfide che la stessa è chiamata ad affrontare nel contesto globale. Modera l’incontro la giornalista di LA 7 Alessandra Sardoni (Alusfera di Piazza del Popolo, ore 18.30).

Paolo Gentiloni è Commissario europeo per gli affari economici e monetari. È stato presidente del Consiglio dei Ministri e presidente del Partito Democratico del quale è un membro fondatore. Matteo Ricci, sindaco di Pesaro dal 2014, già vicepresidente del Partito Democratico e presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, è coordinatore dei Sindaci PD e presidente ALI – Autonomie Locali Italiane. A condurre l’incontro sarà Alessandra Sardoni volto noto del giornalismo televisivo grazie a diverse trasmissioni di successo su LA7, come ‘Omnibus’ e ‘Otto e mezzo’, è stata, prima donna a ricoprire questo ruolo, presidente dell’Associazione Stampa Parlamentare.

Sarà incentrata su Il disordine mondiale la conversazione tra Massimo D’Alema e Marco Tarquinio precedentemente rinviata ed ora in programma per sabato 6 aprile (ore 18.00, Alusfera di Piazza del Popolo) che ci proporrà una riflessione sull’attualità e sulla realtà che ci circonda in continua e rapida trasformazione. Massimo D’Alema nel 1989 è tra i giovani dirigenti della “svolta” che con Achille Occhetto, trasformano il Pci in Partito democratico della sinistra (Pds), del quale è poi eletto segretario nazionale. E’ stato Presidente del Consiglio dei Ministri e ministro degli Esteri, attualmente è presidente della Fondazione Italianieuropei. Con lui dialogherà Marco Tarquinio, giornalista, esperto di politica interna e internazionale, ha lavorato per il settimanale ‘La Voce’ e per diversi quotidiani tra i quali ‘Avvenire’, giornale del quale è ancora editorialista e che ha diretto per 14 anni.

Incontri capitali è una rassegna promossa da Pesaro 2024 – Capitale Italiana della Cultura in collaborazione con Passaggi Cultura.

La battaglia della scienza contro il cancro raccontata da Burioni

Burioni

La partita contro il cancro è al match point. Di fronte a noi c’è un temibile avversario: mettere a segno questo punto non sarà facile, le sfide sono molte. Però, finalmente, siamo in vantaggio”. È ciò che sostiene Roberto Burioni nel suo ultimo libro “Match Point. Come la scienza sta sconfiggendo il cancro” (La nave di Teseo) che l’autore presenterà venerdì 29 marzo a Pesaro (Alusfera di piazza del Popolo, ore 18, ingresso dal retro del palco) all’interno della rassegna ‘Incontri capitali’ in dialogo con la giornalista Simonetta Marfoglia.

Perché una cellula sana si trasforma in una cellula cancerosa? E che cosa permette alla malattia di espandersi mettendo a rischio la nostra salute? A che punto è la ricerca contro il cancro e cosa possiamo fare, nella nostra vita di ogni giorno, per contrastarlo? Sono alcune delle domande alle quali Burioni, medico, divulgatore e professore di Microbiologia e Virologia, risponde nel suo libro con un linguaggio semplice e diretto, soffermandosi sui progressi scientifici che negli ultimi anni hanno permesso di affrontare la malattia con maggiore efficacia. Pagine che ci spiegano come nasce e come agisce la malattia nel nostro corpo, ma che illustrano anche i risultati conseguiti dalla scienza, impensabili fino a poco tempo fa e che ci permettono di guardare con speranza al futuro. Risultati per i quali oggi, sempre più frequentemente, è possibile fare una diagnosi precoce, agire con trattamenti efficaci, talvolta guarire e spesso rallentare la malattia in maniera decisiva per la vita del paziente.

‘Incontri capitali’ proseguirà giovedì 4 aprile con ‘L’Europa nel mondo che cambia’ una conversazione tra il Commissario Europeo Paolo Gentiloni e il sindaco di Pesaro Matteo Ricci. Modera l’incontro la giornalista Alessandra Sardoni (ore 18.30 – Alusfera di piazza del Popolo).

La rassegna ‘Incontri capitali’ è promossa da Pesaro 2024 – Capitale Italiana della Cultura con la collaborazione di Passaggi Cultura.

Incontri Capitali, sabato 23 il Memoir di Anna Prouse

Anna Prouse

Un’autobiografia che è al tempo stesso un romanzo, pieno di dolore e di gioia, di fragilità e di eroismi: è il libro di Anna Prouse “Della mia guerra, della mia pace” (HarperCollins) che l’autrice presenterà sabato 23 marzo a Pesaro 2024 – Capitale italiana della cultura nell’ambito della rassegna ‘Incontri capitali’ in dialogo con il giornalista Paolo Pagnini (Alusfera di piazza del Popolo, ore 17). All’incontro parteciperà l’attrice Alessandra Giardina.

Consulente per il governo italiano e americano a Baghdad e a Nasiriyah dal 2003 al 2011, Prouse è esperta di terrorismo e antiterrorismo, relazioni internazionali e ricostruzione e sviluppo delle identità nazionali. In oltre quattrocento pagine dense di percorsi imprevedibili, sconfitte dolorose e sorprendenti vittorie, l’autrice racconta la propria esperienza di vita, sempre in prima linea, tra le regioni più ‘calde’ del Medio Oriente. Cresciuta in una buona famiglia milanese, con un futuro da campionessa di tennis che pare già scritto, Prouse subisce, però, un infortunio che cambia il suo destino: in lei nasce la vocazione del viaggio che la porta a conoscere luoghi lontani e le persone che li abitano, a comprenderle e ad aiutarle. Reporter in Iran da dove assiste alla tragedia dell’11 settembre, alla direzione di un ospedale da campo a Baghdad per conto della Croce Rossa durante la Seconda Guerra del Golfo, a capo della ricostruzione di una provincia nel Sud dell’Iraq: sono tante le esperienze ripercorse in questo memoir dove si racconta un’esistenza che sembra contenerne moltissime.

Il prossimo ospite di ‘Incontri capitali’ sarà il direttore del quotidiano La Repubblica Maurizio Molinari che lunedì 25 marzo (Alusfera di piazza del Popolo, ore 18,30) presenterà il suo “Mediterraneo conteso. Perché l’Occidente e i suoi rivali ne hanno bisogno” (Rizzoli). L’autore conversa con il giornalista Lorenzo Luzi.

Le regole di Mister Sacchi

Sacchi

I segreti professionali, l’approccio innovativo, le scelte e i valori di uno degli allenatori che ha maggiormente rivoluzionato il gioco del calcio: sarà Arrigo Sacchi il prossimo ospite della rassegna ‘Incontri capitali’ promossa da Pesaro 2024 – Capitale italiana della cultura in collaborazione con Passaggi Cultura, associazione promotrice di Passaggi Festival.

Mercoledì 20 marzo a Pesaro (Alusfera di piazza del Popolo, ore 18.30) l’ex commissario tecnico della nazionale di calcio italiana e ‘storico’ allenatore del Milan presenterà il suo libro ‘Il realista visionario. Le mie regole per cambiare le regole’ (Cairo Editore) in una conversazione con il giornalista Luigi Benelli.

Oltre centosettanta pagine scritte con Leonardo Patrignani, nelle quali Sacchi ci permette di leggere il ‘dietro le quinte’, aprendoci idealmente le porte del suo spogliatoio per rivelarci filosofia e motivazioni che lo hanno accompagnato nel corso di una lunga e vittoriosa carriera. Scegliere un leader all’interno della squadra, innovare metodi di gioco consolidati, gestire i fuoriclasse e i comprimari, le vittorie e le sconfitte: sono soltanto alcuni degli argomenti attraverso i quali potremo conoscere qual è stata la rivoluzione del ‘Realista Visionario’ e cosa ha rappresentato per il gioco del pallone.

Chiamato il ‘Profeta di Fusignano’ dalla città romagnola che gli ha dato i natali nel 1946, Sacchi ha innovato il calcio sia nel modulo di gioco, sia nelle tecniche di allenamento. Indimenticabili per i tifosi ‘rossoneri’, ma anche per tutti gli appassionati, le sue vittorie con il Milan, squadra che in quattro stagioni, dal 1987 al 1991, ha guidato alla conquista di due Coppe dei Campioni, uno scudetto, una Supercoppa Italiana, due Supercoppe Europee e due Coppe Intercontinentali. Anni d’oro per i quali il Milan viene definito dall’Uefa la squadra di club più forte di sempre e che valgono al ‘mister’ la nomina a commissario tecnico della nazionale che guiderà dal 1991 al 1996, conquistando un secondo posto ai Mondiali statunitensi del 1994.

Venerdì 22 marzo ‘Incontri capitali’ prosegue con Roberto Morassut vice presidente della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati e il suo libro ‘Cento Pagine. Cinque discorsi sulla sinistra. Verso un nuovo orizzonte dei Democratici’ (Cooper). L’Autore converserà con il giornalista Luca Fabbri (sala Rossa del Comune di Pesaro, ore 18).

Beppe Sala inaugura le lectio magistralis di Incontri Capitali

Beppe Sala

Non solo libri: Incontri capitali inaugura a marzo il filone delle lectio magistralis con la partecipazione di tanti protagonisti del mondo della cultura, della politica, del giornalismo, dello sport. Ad aprire il ciclo degli appuntamenti sarà il sindaco di Milano Beppe Sala che declinerà il tema di Pesaro 2024 giovedì 14 marzo (Alusfera di Piazza del Popolo, ore 17,30) con un intervento su “L’importanza della cultura per una città contemporanea e internazionale. Il caso Milano”.

La relazione svilupperà il ruolo della cultura come elemento centrale nello sviluppo economico e sociale delle città: qualcosa di cui i cittadini si nutrono, che chiedono, ma che rappresenta anche un potente strumento di integrazione. L’analisi riguarderà, inoltre, il sostegno che la cultura è in grado di dare al turismo e la necessità di lavorare su infrastrutture (musei e spazi culturali in genere) e contenuti.

Sindaco di Milano da giugno 2016, Sala è stato dirigente in aziende di rilievo internazionale, a partire da Pirelli e Telecom Italia, nel 2009 ha assunto la carica di direttore generale del Comune di Milano e nel 2013 è stato nominato commissario unico delegato del governo per Expo Milano 2015, ruolo che ha svolto contestualmente a quello di amministratore delegato della società.

Il ciclo delle lectio magistralis proseguirà martedì 26 marzo (ore 18,30 – Alusfera di piazza del Popolo) con Evelina Christillin, dal 2012 presidente del Museo Egizio e già presidente dell’Enit, del Teatro Stabile di Torino e dell’Orchestra Filarmonica del Teatro Regio di Torino, oltre che prima donna in Italia dirigente sportivo con delega speciale alle Olimpiadi.

Incontri capitali è una rassegna promossa da Pesaro 2024 – Capitale italiana della cultura 2024, realizzata in collaborazione con Passaggi Cultura, associazione promotrice di Passaggi Festival.

Incontri Capitali, Patrick Zaki racconta la sua storia a Pesaro

Patrick Zaki

“La speranza è il motivo per cui esisto e racconto la mia storia”. La storia è quella di Patrick Zaki, giovane ricercatore dell’università di Bologna, attivista per i diritti umani che tornato per pochi giorni in Egitto, suo Paese natale, il 7 febbraio 2020 viene arrestato e resta in prigione 20 mesi. Il racconto di questa lunga e drammatica detenzione è nel suo primo libro “Sogni e illusioni di libertà. La mia storia” (La nave di Teseo) che Zaki presenterà a Pesaro sabato 2 marzo (ore 17.30, Palazzo Ciacchi) in una conversazione con il giornalista Massimo Veneziani. L’iniziativa si inserisce tra gli appuntamenti di ‘Incontri capitali’ libri e parole per Pesaro 2024 promossa in collaborazione con Passaggi Cultura l’associazione promotrice di Passaggi Festival.

Nel libro la paura si alterna alla speranza, la solitudine del carcere al sentimento di una partecipazione collettiva: Bologna, la sua università, l’Italia intera reagiscono e da quel 7 febbraio non smettono di manifestare. Un libro che prima ancora di esistere ha rappresentato per Zaki, nei mesi della prigionia un monito per continuare a sperare: “È stato il mio modo di resistere –sostiene- anche quando attraversavo le situazioni peggiori, pensavo: un giorno scriverò questa cosa, un giorno denuncerò tutto”.

E il libro racconta cosa è successo davvero quel 7 febbraio e cosa è avvenuto poi, nei giorni successivi: gli interrogatori, l’isolamento, le torture, il confronto con un mondo – quello delle carceri – in cui tutti sono ridotti a una condizione disumana. E cosa lo ha tenuto vivo: gli studi, la passione per il calcio, la musica, l’affetto dei suoi cari, della fidanzata, dell’Italia tutta.

Oltre 250 pagine nelle quali si precipita come in un abisso e dalle quali si riaffiora con una speranza: “Rimarrò fedele a questa malattia della speranza con cui mi avete contagiato –scrive Zaki- fino a quando le prigioni, piene di persone libere, saranno vuote”.

Sempre nella mattinata di sabato Patrick Zaki incontrerà centinaia di studentesse e studenti della città, riuniti nell’aula magna del liceo Marconi di Pesaro, alle ore 11.15,in un evento organizzato in collaborazione con il Comune di Pesaro, Pesaro 2024, l’Ufficio scolastico provinciale e la Rete “#Responsabilità delle scuole superiori” del territorio.

«È davvero molto bello che Zaki venga a Pesaro – sottolinea Camilla Murgia, assessora alla Crescita e alla Gentilezza – e incontri le scuole anche perché studentesse e studenti si erano subito attivati rispetto al suo arresto e alla sua vicenda lunga tre anni, tanto da adottarla come ‘battaglia’ in difesa dei dritti umani, attivata ad esempio dal liceo Mamiani, anche attraverso progetti condivisi con Amnesty Pesaro, come fatto dal liceo Marconi».

Per questo, «Siamo felici che l’incontro con le scuole si sia realizzato – continua Murgia -; sarà bello portare l’abbraccio della città a Zaki e raccontargli quanto la nostra comunità si sia stretta a lui attivandosi, anche durante la pandemia periodo durante il quale, ad esempio, insegnanti e ragazze e ragazzi svolsero lezioni all’aperto davanti al suo murales collocato in via Branca»

La rassegna di Incontri Capitali continuerà mercoledì 6 marzo (sala del Consiglio Comunale, ore 18.30) con Andrea Romano docente universitario ed ex parlamentare che presenterà il suo libro “Futura umanità. Storia della sinistra raccontata ai miei figli” (Piemme) in una conversazione con la giornalista Silvia Sinibaldi.