Tag: 50×50

Alla scoperta di Fratte Rosa

Fratte Rosa

Al via la settimana del Comune di Fratte Rosa, nuova ‘Capitale’ di ‘50×50: Capitali al quadrato’ progetto simbolo di Pesaro 2024. La Settimana di Fratte Rosa – dal titolo ‘La Terra elogio della Cultura’– si svolgerà dal 22 al 28 aprile con un ricco calendario tra natura e cultura alla scoperta del paese delle terrecotte e della favetta, unico presidio Slow Food della Provincia di Pesaro e Urbino.

‘La Terra elogio della cultura’, a sottolineare il legame interno ed interiore che Fratte Rosa ha con la natura. La bellezza del paesaggio rurale incontaminato e pieno di colori, verdi marroni, gialli dei suoi piccoli poderi coltivati, dove è visibile l’incessante lavoro e cura dei contadini. Il legame con la terra sia essa l’argilla usata per forgiare le famose terrecotte d’uso, sia il lubaco dove cresce la favetta, unico presidio Slow Food della provincia di Pesaro e Urbino e dove crescono vitigni che danno vini rossi impareggiabili, il Rosso Pergola ne è un esempio. Fratte Rosa è l’unico comune della Provincia dove si possono coltivare tutte e tre le DOC.

Fratte Rosa paese della biodiversità, paese dove la natura diventa tradizione enogastronomica, diventa artigianato artistico, diventa luogo di passeggiate, quaranta chilometri di strade di “breccia”, dove ognuno può riprendersi il suo tempo. Tutto questo nel tempo ha attratto artisti che ne hanno percorso le strade polverose e hanno condiviso la storia millenaria delle botteghe, le tradizioni, il vivere nella comunità, apportando innovazione, fissando momenti che sono diventati storie narrate e condivise. La condivisione è stata sempre la caratteristica di Fratte Rosa paese che nei momenti più importanti è capace di mettere insieme tutte le energie positive e riesce a rigenerarsi.

Da Giuseppe Bartolucci a Loreno Sguanci, a Franco Bucci, a Paolo Volponi. Da Franco Martelli a Mauro Tamburini per arrivare a Matthew Spender, Alberto Mingotti e al maestro Siegmund Weinmaster. Il paese in questa settimana dialogherà con il passato, con il presente aprendo le porte ad artisti contemporanei e d’avanguardia. Si apriranno le botteghe, proponendo attività esperienziali dalla lavorazione delle terrecotte al laboratorio di Tacconi, passeggiate nei vigneti e nei campi di fave. Si potranno fare esperienze enogastronomiche uniche con la cottura dei legumi nelle pigne. Del resto, il paese è conosciuto da sempre come il paese dei pignattari. 

CALENDARIO
FRATTE ROSALa Terra elogio della Cultura22-28 aprile 
LUNEDì 22 APRILE 

< Ore 10:00 Piazza Garibaldi Inaugurazione mostra peronale di Maria Antonietti. Ingresso libero. 

< Ore 11:00 Centro storico. Spettacolo per i ragazzi della scuola primaria. A cura di Brunetti Filippo. Ingresso libero 

< Ore 18.00 Sala Consiglio Comunale “Vittoria” “La Memoria dell’Avanguardia. I 100 anni di Giuseppe Bartolucci”. Incontro pubblico con Carlo Infante e Gaia Bartolucci promotori della “Stanza di Beppe”. A seguire talk-evento su “Performing Media – un futuro remoto”. Tra Memoria dell’Avanguardia e Transizione Digitale, libro/ibrido edito da Editoria & Spettacolo, a cura di Gaia Riposati e Massimo Di Leo. Segue walkabout-conversazione radionomade con podcast ispirati a Bartolucci (testimonianze di Toni Servillo, Alessandra Vanzi, Romeo Castellucci, Mario Martone e altri ancora. Ingresso libero. 

MARTEDì 23 APRILE 

< Ore 10.30 Scuola primaria “Isabella Petrucci” metodo Montessori e centro storico. Walkabout Con Luca Sguanci e Carlo Infante su “Bartolucci e lo sguardo infantile” esplorazione ludico partecipativa con i bambini delle Scuola Primaria (ascoltando via radio le voci di Marco Baliani e Valentina Valentini). Presentazione progetto DI SEGNO IN SEGNO: un viaggio alla scoperta degli indizi e del significato misterioso dei simboli. Pensato come laboratorio didattico per le classi della primaria 

Montessori e come un’esperienza a cielo aperto per gli ospiti di Fratte Rosa Capitale, riscoprendo, nel fare per sé e per la città, il valore dell’arte urbana, la necessità del cambiamento, l’impellenza della ricerca di un significato. Ci si addentrerà in un percorso espositivo che porta ai “Testimoni” e a “Il Segno del Fuoco” di Loreno Sguanci, agli spazi sotterranei nel palazzo comunale con opere di Franco Bucci e opere della tradizione ceramica di Fratte Rosa, ma anche nella memoria del paese di ieri nel paese di oggi con la mostra fotografica”Muro a Muro” di Mauro Tamburini. Progetto di Luca Sguanci con la collaborazione di Giovanna Baldelli e Giacomo Bonifazi. Ingresso libero. 

< Ore 21.00 Torre San Marco Spettacolo teatrale “Il treno – quando i comunisti mangiavano i bambini” di e con Brunetti Fabio. Ingresso libero 

MERCOLEDì 24 APRILE 

< Ore 20.00 Osteria Mamà “Cosa c’è Dop” Aperitivo con cinque DOP della provincia di Pesaro-Urbino. Per prenotazioni: +39 3465761191 

< Ore 21.00 Torre San Marco Serata danzante con “Yuri Morolli” liscio e balli di gruppo. Ingresso Libero. 

GIOVEDÌ 25 APRILE 

< Ore 9.30 Escursione “La via della terra” Organizzata da le Frattesi , Terracruda e I Lubachi con guida GAE Massimiliano Fraternale Fanelli. Info e Prenotazioni: +39 3286506626 

< Ore 13.00 Piazza G. Matteotti Aperitivo “La Biodiversità dal coccio al bicchiere” Per prenotazioni: +39 3517579009 

< Ore 16.30 Torre San Marco Festa San Marco Evangelista Santa Messa presieduta dal S.E. il Vescovo, processione con la partecipazione di Confraternite accompagnata dalla banda musicale, deposizione al monumento ai Caduti e festa in Piazza. Ingresso Libero. 

VENERDÌ 26  

< Ore 10.30 “Ristorante La Graticola” Laboratorio di Tacconi. Per prenotazioni: +39 3494948714 

< Ore 18.00 Osteria Cianni “Cosa c’è Dop” Aperitivo con cinque DOP della provincia di Pesaro-Urbino. Per prenotazioni: +39 3396296144 

< Ore 20.00 Ristorante “Osteria Mamà” Cena dei presìdi slow food in collaborazione con “Comunità per la valorizzazione della ceramica d’uso di Fratte Rosa”. Per prenotazioni: +39 3465761191 

< Ore 21.00 Chiesa di Santa Maria in Castagneto Concerto al pianoforte di Guerra Daniele. Ingresso Libero 

SABATO 27 APRILE 

< Ore 11.00 Sala Consiglio Comunale “Vittoria” Fratte Rosa sul filo delle colline lungo la valle del Cesano – con Nando Cecini storico – letture e racconti. Ingresso Libero. 

< Ore 15.00 Sala Consiglio Comunale “Vittoria” Firma collaborazione con Comunità per la valorizzazione della ceramica di Grottaglie. Ingresso Libero. 

< Ore 18.00 Centro storico. Concerto itinerante Rusty Brass Band. Ingresso Libero. 

< Ore 20.00 Ristorante “La Graticola” Cena dei presìdi slow food in collaborazione con “Comunità per la valorizzazione della ceramica d’uso di Fratte Rosa”. Per prenotazioni: +39 3494948714 

< Ore 22.00 Torre San Marco. Daniel Magini Cantautorato Italiano. Ingresso Libero. 

DOMENICA 28 APRILE 

< Ore 09.30 Escursione e visita botteghe artigiane a cura Arca di Noè. Per prenotazioni: +39 333.1823124 

< Ore 13.00 Ristorante “Locanda della Ravignana” pranzo dei presìdi slow food in collaborazione con “Comunità per la valorizzazione della ceramica d’uso di Fratte Rosa”. Per prenotazioni: +39 0721 77552 

< Ore 15.00 Escursione “La via della terra” Organizzata da le Frattesi , Terracruda e I Lubachi con guida GAE Massimiliano Fraternale Fanelli. Info e Prenotazioni: +39 3286506626 

< Ore 17.00 Piazza G. Matteotti. Aperitivo “La Biodiversità dal coccio al bicchiere“ Per prenotazioni: +39 3517579009 

< Ore 18.30 Piazza Garibaldi. Concerto straordinario del Santa Vittoria Festival di Siegmund Weinmeister Ingresso Libero. In caso di mal tempo il concerto si terra alla Chiesa di Santa Maria in Castagneto. 

 MOSTRE E LABORATORI 

< LABORATORI DI TERRACOTTA: Centro storico. Saranno allestiti laboratori di terracotta presso le botteghe del paese. Per prenotazioni: 339.8289410. 

< MOSTRA FOTOGRAFICA: “Muro a Muro”Il volto di un paese 44 anni dopo in un racconto di 30 foto. Di Mauro Tamburini allestita per le vie del paese. Aperta tutti i giorni. 

< MOSTRA ESPOSITIVA Tradizione della ceramica Frattese e opere di Franco Bucci. Presso sotterranei palazzo comunale. Aperta tutti i giorni. 

< MOSTRA FOTOGRAFICA: “Noi” di Mirko Carbonari fotografo frattese. Presso il Punto informativo turistico. Aperta tutti i giorni dalle 16.00-19.00. 

< MOSTRA FOTOGRAFICA: “Tra le Nuvole” di Katie McKnoulty fotografa e scrittrice australiana che vive a Fratte Rosa. Presso Piazza Garibaldi. Aperta tutti i giorni dalle 16.00-19.00. 

< Mostra presso il teatrino parrocchiale su Gello Giorgi “Il matto delle pietre”. Aperta tutti i giorni. 

< LIVE PERFORMANCE “ARBOR, sculture naturali in terra e paglia” di megx. Creazione dal vivo di una scultura site-specific biodegradabile, realizzata in argilla, paglia e colori naturali che verrà trasformata anche in opera permanente e cotta nelle botteghe del borgo. Visitabile tutti i giorni dalle 9.00- 17.00 

RISTORANTI APERTI TUTTI I GIORNI DELLA SETTIMANA CON MENU’ DEDICATO 

< La Graticola – Tel. +39 3494948714 

< Locanda della Ravignana – Tel. +39 0721 777552. 

< Osteria Mamà – Tel. +39 3465761191 

< Cantina Terracruda: Degustazioni di vini Doc accompagnate da prodotti locali. Per prenotazioni: +39 0721 777412 

Come la metti sta. A Cagli la mostra di Giovanni Termini

Termini

Nell’ambito di Pesaro “Capitale italiana della Cultura 2024″ e del progetto di dossier “50×50 Capitali al quadrato”, il Comune di Cagli e Pesaro Musei presentano la mostra personale di Giovanni Termini, Come la metti sta, a cura di Marcello Smarrelli, direttore artistico di Pesaro Musei, in programma nei suggestivi spazi del cinquecentesco Palazzo Tiranni-Castracane, dal 13 aprile al 30 giugno 2024.

L’esposizione, organizzata con la collaborazione di Cariaggi, storica filatura di Cagli, presenta una selezione di opere scultoree di cui una inedita e site-specific che dà il titolo alla mostra. La scelta del percorso espositivo segue le coordinate che orientano il programma di Pesaro 2024, relative al rapporto tra arte, natura, tecnologia, elementi che rappresentano altrettanti cardini della ricerca dell’artista.

“I segni che il tempo ha impresso nelle splendide sale di Palazzo Tiranni-Castracane in disuso da anni  – spiega Marcello Smarrelli – creano una profonda risonanza con il modus operandi di Giovanni Termini. Spesso gli intonaci consumati lasciano intravedere la stratificazione degli affreschi, le strutture dei muri e delle volte, rivelando gli artifici tecnici della costruzione, quasi che l’intero palazzo sottratto al flusso del tempo, in virtù di uno scarto concettuale, sia diventato un ready-made, assunto esso stesso dall’artista a opera d’arte autografa”.

Nato ad Assoro (EN) nel 1972, ma pesarese d’adozione, Giovanni Termini si colloca in una traiettoria della scultura contemporanea italiana che parte da Lucio Fontana fino all’esperienza dell’Arte Povera. Le sue creazioni sono permeate da un vitalismo materico fondato sul reimpiego e la rielaborazione di oggetti prelevati dalla realtà, configurandosi come “manufatti” che rivendicano esplicitamente una tecnologia di esecuzione. Un processo che si apre al dettato dei materiali, delineando una narrazione intorno all’uomo e alla sua natura. Fermamente situato in uno spazio e proiettato in una dimensione temporale, l’artista in un’intervista dichiara: “Penso che la creatività si nutra proprio dei conflitti che cerca, inutilmente, di sedare. Non vedo altri stimoli alla ricerca”.

Il senso del fare che muove Termini si esplicita nella serie delle opere esposte, che si misurano con il tema del lavoro a partire proprio dall’installazione site-specific Come la metti sta (2024), realizzata con materiali provenienti dall’azienda Cariaggi, in stretto dialogo con l’architettura della sala che la ospita caratterizzata da una decorazione blu ottenuta con l’utilizzo del guado, fino ad arrivare a Dialogo costruttivo (2017), opera dedicata al grande maestro Eliseo Mattiacci, originario di Cagli.

L’universo produttivo che esplora è spesso legato all’atto del costruire e allo spazio del cantiere, qui ricorrente attraverso il travestimento poetico di strumenti tecnici, come il trabattello usato nell’opera Hully Gully (2022). Sempre al contesto del lavoro si può riportare Circoscritta (2016), opera concepita originariamente a commento della tradizione vivaistica della città di Pistoia, apertamente ispirata al Manifesto del terzo paesaggio del celebre giardiniere e paesaggista francese Gilles Clément, che introduce il tema del rapporto con la natura. Quest’ultima è intesa sempre in relazione all’uomo, parte del suo stesso essere, ma in un equilibrio precario che sembra governare tale rapporto. Una precarietà che ricorre come principio fondante della sua grammatica scultorea, spesso attraverso l’inserimento di elementi “incongrui”, come in Tappeto in-solido (2021) o ne L’equilibrio dell’incongruo (2018), che sorprendono l’ordinaria percezione dello spettatore.

Intorno alla materia si gioca di fatto una partita decisiva nel lavoro dello scultore, che fa spesso ricorso a oggetti ordinari sottoposti a processi di manipolazione tecnologica come la galvanizzazione, impiegata ad esempio in Cordone (2021) e ne La specularità delle divergenze (2022). Questo trattamento, solitamente applicato alle superfici metalliche per incrementare la resistenza alla corrosione, rappresenta per l’artista un tentativo di rispondere alla vitalità dei materiali, di arrestarne l’inevitabile decadimento fissandone l’aspetto. Si tratta, tuttavia, di un tentativo destinato alla sconfitta, in quanto l’alterazione chimico-fisica prosegue comunque sotto il rivestimento metallico, consegnando l’opera al paradosso dell’ambiguità.

Un interesse plastico è evidenziato da Termini anche nel ricorso ad altri media, come la fotografia. Nel dittico La misura di una distanza (2022-23), parte della superficie dell’opera è rimossa svelando il supporto metallico, conferendo visibilità e, conseguentemente, rilievo al supporto dell’immagine.

In occasione della mostra Giovanni Termini, Come la metti sta sarà pubblicato un catalogo a cura di Simone Ciglia, edito da Arti Grafiche della Torre.

Giovanni Termini
Come la metti sta

A cura di Marcello Smarrelli
Palazzo Tiranni-Castracane, via Purgotti 51, 61043 Cagli PU
13 aprile – 30 giugno 2024

Con la collaborazione di Cariaggi.

Catalogo a cura di Simone Ciglia, edizioni Arti Grafiche della Torre

Inaugurazione sabato 13 aprile 2024 
h 18
Orari sabato e domenica h 11 – 18. Ingresso libero

Alla scoperta di Serra Sant’Abbondio

Serra Sant'Abbondio

Dal 15 al 21 aprile è il Comune di Serra Sant’Abbondio il nuovo protagonista di ‘50×50Capitali al quadrato’, il progetto simbolo di Pesaro 2024 che vede i cinquanta Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino, a turno, Capitale per una settimana lungo il 2024; special partner ‘50×50 Capitali al quadrato’ Banca di Pesaro – Credito Cooperativo.

Il ricco programma – che si concentra nella terza settimana di aprile ma si snoderà fino a dicembre – si intitola ‘Percorsi condivisi tra saperi e sapori’ e rappresenta un viaggio tra memoria e natura alla riscoperta del valore delle buone pratiche del passato preziose per fornire indicazioni per il futuro. In calendario, un insieme di percorsi ‘condivisi’ per un vero e proprio progetto di accoglienza che rappresenta anche la riflessione di una collettività sulle sue origini e tradizioni da offrire in dono al visitatore in una prospettiva di benessere collettivo. Protagonista della settimana, il ‘gioiello’ di Serra Sant’Abbondio – il Monastero di Fonte Avellana -, le cui origini risalgono alla fine del X secolo e di cui anche Dante parla nel Paradiso (Canto XXI, versi 106-111). Tante le opportunità per gli amanti del trekking e delle passeggiate, ampio spazio alle radici gastronomiche di questa parte della provincia, grande il coinvolgimento delle scuole e non manca neppure la musica con il primo concerto di ‘Notturno contadino’ rassegna di Orchestra Olimpia per scoprire il territorio pesarese tra musica e natura. Nel principio della più ampia condivisione con i cittadini e in coerenza con il modello ‘50×50: Capitali al quadrato”, viene proposto “Serra Sant’Abbondio 2024: 5 frazioni x 5 giorni” che prevede la realizzazione di un evento in ognuna delle cinque zone che compongono il Comune. La settimana può contare sulla partecipazione attiva della Delegazione di Pesaro Urbino del FAI Fondo per l’Ambiente Italiano con sue iniziative dedicate. Presenti gli immancabili appuntamenti di Cosa c’è DOP.

Alla conferenza stampa erano presenti: Daniele Vimini vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro; per il Comune di Serra Sant’Abbondio, il sindaco Ludovico CaverniManuela Ciaruffoli assessora alle Politiche sociali, pari opportunità, politiche giovanili, ambiente e cura del territorio, i consiglieri comunali Marinella Frattesi e Bianca Rosa VaudagnaStefano Marochi presidente Pro-Loco Serra Sant’Abbondio.

“Un programma ricco, molto ben partecipato e raccontato, dunque un invito a tutti i cittadini della Provincia – i pesaresi su tutti – a scoprire Serra Sant’Abbondio”: così ha aperto Daniele Vimini. “Complimenti al programma che fornisce la traccia per una proposta che potrà continuare per tutto l’anno, nel rispetto pieno degli obiettivi che abbiamo tracciato per il progetto 50×50. Mi fa molto piacere ‘tornare’ a Serra Sant’Abbondio perché di fatto è da qui, da Fonte Avellana che è partito il racconto di condivisione del progetto da Capitale con tutti i comuni della Provincia. L’idea di un racconto che unisse tutti i comuni con una sintesi territoriale divisa per zone geografiche della provincia è partita proprio dalla zona del Catria e Nerone, cui si era affidata fin da subito una nuova centralità. Il programma è molto in linea con la natura della cultura, e si sviluppa dal patrimonio artistico e naturale passando per la valorizzazione di tutti i punti di interesse di questa destinazione magnificaInsomma una comunità che si è preparata a raccontarsi al meglio”.

“La settimana darà a tutti l’opportunità di conoscere un paese che vi sorprenderà, grazie anche alla sua posizione alle pendici del Monte Catria in una terra di confine tra tre provincie – Ancona-Pesaro-Perugia – e due Regioni: Marche e Umbria”. Così il sindaco Ludovico Caverni. “Il viaggio partirà dal gioiello più splendente: il Monastero Camaldolese di Fonte Avellana, secondo attrattore della Regione per il turismo spirituale con circa 20 mila presenze all’anno. L’unicità del territorio è data da un ambiente autentico mantenuto in modo sostenibile per secoli dagli abitanti del luogo: monaci, pastori, carbonai, boscaioli. Per questo l’anno scorso abbiamo inaugurato il Muap l’eco-museo della civiltà dell’Appennino umbro-marchigiano. Tra i luoghi da segnalare, la cripta paleocristiana di San Biagio, il complesso paleocristiano più antico e meglio conservato delle Marche (V-VI secolo d. C.), la chiesetta con gli affreschi del 300/400 attribuibili al Maestro del Palazzolo e il santuario naturale della Madonna del Grottone. Tanti i progetti per il futuro come la riscoperta di piatti della tradizione: il primo prodotto DeCo sono le pencianelle una pasta tipica di Serra Sant’Abbondio e poi la “polenta del carbonaio o la “pizza argentina. Vi aspettiamo a Serra Sant’Abbondio per godere di una natura incontaminata, di una gastronomia autentica e di una cultura a 360°”.

Ha continuato Marinella Frattesi: “il nostro programma è nato dal confronto e dalla condivisione perché Serra Sant’Abbondio è una “comunità in cammino”, un paese ospitale che rivolge il suo sguardo a tutte le persone che compongono la società per predisporre al meglio l’accoglienza e l’accessibilità nella consapevolezza che migliorare l’accessibilità per alcuni vuol dire migliorarla per tutti.  Per questo il calendario pensa ai bambini e alle famiglie, a chi ha difficoltà di lettura (con letture ad hoc), ai non udenti (con le letture in LIS), a chi ha difficoltà motorie (con servizi di navette) ma anche alle persone con intolleranze alimentari con menù specifici. Perché il nostro deve essere un tragitto culturale di accoglienza in un contesto in cui tutte le abilità “diverse” sono rispettate, valorizzate e soprattutto incluse”.

Bianca Rosa Vaudagna ha ricordato che nel programma c’è un’attenzione particolare per la poesia, elemento integrante della comunità serrana. “Da oltre 30 anni esiste l’associazione “I Poeti dell’Eremo”, che si occupa attivamente di divulgare la Poesia e la Cultura in tutte le sue forme, sia in Rima, in Sonetti, ma soprattutto in Ottava Rima, scritta e cantata, con progetti che coinvolgono anche le scuole e ogni anno organizza concorsi Letterari, letture nelle scuole, laboratori didattici, serate a tema”.

Così Manuela Ciaruffoli: “nel calendario della settimana grande attenzione all’ecologia e alla sostenibilità del nostro territorio, un territorio che ha resistito e ha continuato a vivere nonostante lo spopolamento, il terremoto e l’ultima l’alluvione del 16 settembre 2022. In programma, laboratori per bambini e una giornata per tutti con l’osservazione del sole nella mattina e del cielo e della luna nella serata, presentazioni editoriali che parlano di erbe e natura. Ricordo un progetto in corso di realizzazione: la Casa delle start- up, un incubatore/laboratorio per le nuove idee dei nuovi imprenditori dedicato alla trasformazione dei prodotti agricoli come zafferano, lavanda, funghi e tartufi. Tutto ciò che abbiamo realizzato come comunità è il frutto del vivere immersi nel verde, un ecosistema che va tutelato e rispettato”.

Le conclusioni a Stefano Marochi che ha ricordato Il Palio della Rocca, iniziativa ormai storica nata nel 1987 con lo scopo di unire la comunità di Serra Sant’Abbondio. “La rievocazione storica si svolge per 3 giorni consecutivi, nel primo o secondo fine settimana di settembre, comunque prima del 16 settembre, giorno dedicato a Sant’Abbondio ed è una rievocazione storica dell’edificazione della rocca, opera della fine del XV secolo commissionata dal Duca Federico da Montefeltro all’architetto Francesco di Giorgio Martini”.

SERRA SANT’ABBONDIO per Pesaro 2024 ‘Percorsi condivisi tra saperi e sapori’
Calendario 15-21 aprile 2024
LUNEDI’ 15 APRILE

< Ore 10 Monastero Fonte Avellana EVENTO DI APERTURA Scriptorium del Monastero. Seminario sulla Carta di Fonte Avellana nel trentennale della sua firma. Verifica prospettiva e impegno. Al termine visita al “Centro di interpretazione del patrimonio culturale dei Monaci Camaldolesi di Fonte Avellana”. Aperitivo finale.

< Ore 17 Serra Sant’Abbondio – Capoluogo, Cripta San Biagio SPAZIO SACRO Melissa Buccella- Concerto meditativo con arpa celtica a 432 Hz

MARTEDI’ 16 APRILE

< Ore 9.30-12/14-16 Serra Sant’Abbondio – Capoluogo, Centro Culturale “A.Moro” Biblioteca Comunale LABORATORIO con le/gli alunne/i della “Scuola Primaria L.Marra di Serra Sant’Abbondio” e della “Scuola dell’Infanzia intercomunale di Serra Sant’Abbondio- Frontone”: “Natura replicata”, frottage con foglie di alberi presenti sul territorio e allestimento di un pannello espositivo.

< ore 20.30 Poggetto – Frazione Ex- scuola PRESENTAZIONE DEI LIBRI “Ars herbaria” e “Verde resilienza”, con Karin Mecozzi: erborista, consulente in naturopatia tradizionale europea e antroposofica, coltivatrice e raccoglitrice di piante aromatiche e medicinali.  Saranno offerte tisane da lei prodotte secondo i principi di un rapporto elettivo tra piante ed esseri umani, tra civiltà e natura in cui prendersi cura di noi stessi implica prendersi cura della natura.

MERCOLEDI’ 17 APRILE

< Ore 10 Serra Sant’Abbondio – Capoluogo, MUAP Ecomuseo della Civiltà Appenninica Umbro-Marchigiana VISITA del C.S.E.R. “Margherita” di Pergola e del C.S.E.R. “L’Albero delle Storie” di Cagli.

< Ore 18 Oasi del gusto Cosa c’è DOP? Informati con gusto. Alla scoperta del nostro capitale gastronomico. Conduce Otello Renzi. Info 338 1978166

GIOVEDI’ 18 APRILE

< ore 9.30-12 Colombara- Frazione “FRATELLO SOLE…” Con Giorgio Bonacorsi, astrofilo dell’Associazione NASA di Senigallia. Osservazione del sole e laboratorio con le/gli alunne/i delle classi IV e V della “Scuola Primaria L.Marra di Serra Sant’Abbondio”

< ore 18-20 “SORELLA LUNA…” Con Giorgio Bonacorsi, astrofilo dell’Associazione NASA di Senigallia, osservazione del cielo e della luna

VENERDI’ 19 APRILE

< Ore 18 Bar Baraonda Cosa c’è DOP? Informati con gusto. Alla scoperta del nostro capitale gastronomico. Conduce Otello Renzi. Info 333 6733942

< Ore 20:30 Leccia Frazione Spazio adiacente la frana “LA GRANDE FRANA – LA NATURA CHE SI RIBELLA” proiezione del cortometraggio “Con altri occhi” realizzato dalle/gli alunne/i della “Scuola Secondaria di primo grado L. Mancinelli” di Castelleone di Suasa in collaborazione con l’Amministrazione, mostra fotografica, letture di testimonianze in prosa e poesia per una “prova di Apocalisse”: l’alluvione del 15 settembre 2022. Degustazione finale

SABATO 20 APRILE

< Ore 11 Montevecchio- frazione DAL “BALCONE DI SERRA SANT’ABBONDIO”. Nella cornice dell’Appennino coronato dalla cima del Monte Catria, reading poetico con accompagnamento musicale di Gilberto Merolli. Mostra di dipinti di pittori locali, allestita nella chiesa di Santa Maria della Neve ed estemporanea di pittura “Scorci d’Appennino” aperta a tutti coloro che vorranno cimentarsi. Aperitivo finale.

< Ore 17:30 Monastero Fonte Avellana Sala Bellenghi del Monastero SOAPOPERA DREAM…E ..LIS: CONCERTO “PASION…NOTE E COLORI” un arcobaleno musicale che parte da Giacomo Puccini (nei 100 anni dalla morte) e termina negli anni ‘70. All’insegna dell’accessibilità, contemporaneamente all’esecuzione di ogni brano, due performers LIS tradurranno i testi dei brani e i brani strumentali nella lingua dei segni eliminando ogni tipo di divisione tra musica leggera e operistica, arti visive e sonore, e udenti e non udenti. Verrà proiettata una storia animata realizzata per l’evento.

DOMENICA 21 APRILE

< Ore 12 Petrara – Frazione EVENTO CONCLUSIVO Camminata amatoriale verso il rifugio della Gingualdese, pranzo al sacco in autonomia e assaggio di prodotti biologici locali

< Ore 13:30/14 – NOTTURNO CONTADINO Concerto dell’Orchestra Olimpia. Nata nel 2018 da un’idea di Roberta Pandolfi e Francesca Perrotta, l’orchestra è costituita interamente da donne e promuove le figure femminili sia come strumentiste che come compositrici.

APPUNTAMENTI COLLEGATI

< martedì 16 aprile: 10.30-12.30; 15.30-18

< mercoledì 17 aprile: 15.30-18

< giovedì 18 aprile: 15.30-18

< venerdì 19 aprile: 10.30-12.30; 15.30-18

Visite guidate al borgo di Serra Sant’Abbondio. La conformazione urbanistica del paese conserva il tipico assetto dell’antico borgo medievale con la Porta Santa e la Porta di Macione (due porte medievali delle quattro originarie), le Mura Castellane, la Solcara (parte dell’impianto fognario medievale); la Porta del morto, la Casa Appenninica (tipica costruzione arcaica edificata esclusivamente con materiale di provenienza locale).

< Visite guidate alla Cripta paleocristiana di San Biagio (secoli VII-VIII) la più antica delle Marche e alla Cappella del Cimitero di San Biagio che ospita un affresco della prima metà del XVI secolo

< Visite guidate alla Chiesola della Canale (XIV secolo) con affreschi del Maestro del Palazzolo.

< Visite guidate al MUAP Ecomuseo della Civiltà Appenninica UmbroMarchigiana che aprirà le sue sale a tutti coloro che sono interessati alla cultura appenninica e alla valorizzazione del patrimonio naturalistico e storico del territorio.

< Centro Culturale “A.Moro”, mostra di abiti e/o stendardi del Palio della Rocca che ha luogo il fine settimana che precede il 16 settembre, giorno della festa del Santo Patrono Sant’Abbondio. Rievoca un momento del passato di Serra Sant’Abbondio: l’edificazione da parte dell’architetto militare Francesco di Giorgio Martini della Rocca di Sant’Habundi (1476-1486). La manifestazione è ricerca, rievocazione storica ma anche competizione tra i Castelli e i Borghi che si contendono il Palio della Rocca, raffigurante il patrono Sant’Abbondio.

Lunedì 15 aprile-domenica 21 aprile

Per tutta la settimana, i ristoranti del territorio propongono nel menù le “pencianelle serrane” certificate De.Co. Pasta tipica locale fatta con farine “bianche” e “integrali”, tirata “a mano”, una volta essiccata, si poteva conservare a lungo. Si tratta di un cibo povero che testimonia, ancora una volta, la creatività delle massaie del passato; riscoperto dalle cuoche/i “buongustai”, testimonia il valore e il gusto dei cibi antichi nella cultura locale. In anteprima durante la settimana, la Pizzeria presenterà una sperimentazione: ‘la pizza pencianella’ avviando un progetto di affiancamento di nuovi sapori agli antichi. I negozi abilitati a farlo, venderanno le “pencianelle serrane” De.Co.: il turista potrà così comprarle e cucinarle in proprio

Alla scoperta di Cagli

Cagli

Dall’8 al 14 aprile è il Comune di Cagli il nuovo protagonista di ‘50×50: Capitali al quadrato’, il progetto simbolo di Pesaro 2024 che vede i cinquanta Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino, a turno, Capitale per una settimana lungo il 2024; special partner ‘50×50 Capitali al quadrato’ Banca di Pesaro – Credito Cooperativo. Il ricco programma si intitola ‘Dans l’éternité les choses de l’homme’ e propone 7 giorni fitti di occasioni tra mostre, trekking, nuove tappe di ‘Castelli nascosti’, presentazioni editoriali e molto altro grazie anche al coinvolgimento delle scuole del territorio. Presenti gli immancabili appuntamenti di Cosa c’è DOP.

Alla conferenza erano presenti: Daniele Vimini vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro; per Cagli, il sindaco Alberto Alessandri e la vicesindaca con delega alla cultura Benilde MariniSandro Pascucci direttore Teatro e curatore Centro Scultura Contemporanea, Agnese Trufelli vice direttrice Confcommercio Marche Nord, Andreina De Tomassi e Antonio Sorace/Casa degli Artisti di Sant’Anna del Furlo, Mariella Gnani docente restauratrice della Scuola di Conservazione e restauro dell’Università degli Studi di Urbino, le docenti Silvia Moscioni e Metella Ragni, l’artista Giovanni Termini.

Così Daniele Vimini: “Cagli ha risposto in modo forte alla chiamata da Capitale, lo ha fatto con una grande programmazione dei 7 giorni, con un racconto articolato sul territorio che tocca l’essenza dei temi di Pesaro 2024 facendo cultura anche attraverso l’accoglienza. Il calendario molto partecipato è realizzato grazie anche al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, riuscendo così a rafforzare la proposta del progetto che andrà oltre la settimana con un respiro lungo e continuerà anche i prossimi mesi durante l’anno. Coinvolti tanti artisti e le scuole mettendo in campo tutte le linee di azione creativa: dal contemporaneo, allo storico, alla parte musicale, al trekking fino alla parte enogastronomica con l’immancabile proposta di Cosa c’è DOP”.

Il sindaco Alberto Alessandri: “è con gioia e orgoglio profondi che interpreteremo per 7 giorni il ruolo di “capitale culturale territoriale” assieme alle altre 50 ‘capitali’ che danno vita e identità alla Provincia di Pesaro Urbino. Lo faremo grazie al tessuto culturale che caratterizza la nostra città ricca di tradizioni e innovazioni, di vicende culturali e artistiche passate e contemporanee, di grande affezione locale e importante prestigio globale. Cagli ha così l’occasione di ribadire il suo essere unico: entusiasta, propositiva, dinamica e ardente come vuole la sua radice etimologica. Ringrazio tutte le persone e le realtà associative, imprenditoriali, i soggetti culturali e artistici, che hanno dato vita ad un programma degno di una ‘Capitale’.

Comune di Cagli ‘Dans l’éternité les choses de l’homme’
CALENDARIO 8-14 aprile 2024
LUNEDI 8 APRILE

< Ore 9.30 – Salone degli Stemmi Palazzo Pubblico INAUGURAZIONE DELLA SETTIMANA con la partecipazione delle ragazze e dei ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Presenti: il sindaco Alberto Alessandri, il vicesindaco e assessore alla cultura Benilde Marini, il direttore teatro e curatore centro di scultura contemporanea Sandro Pascucci, i dirigenti scolastici Edoardo Virgili e Luciano Antonelli. Verrà presentato il progetto dell’allievo Stefano Siligeni – tecnologie informatiche.

< Ore 9.30 – PERCORSO DI TREKKING URBANO A cura delle allieve e degli allievi dell’Istituto Celli. Visita ai luoghi che saranno sede di studio della settimana: San Domenico – San Francesco – Torrione Martiniano

< Ore 12.00 – Chiostro di San Francesco – Inaugurazione della mostra fotografica ART IN SCHOOLS – THE FACES OF INNOCENCE in collaborazione tra le seconde della scuola secondaria di primo grado F.M.Tocci e la Besharat Arts Fondation. Interventi di Edoardo Virgili Dirigente, Saro Di Bartolo artista-autore. Il progetto nasce da una collaborazione tra Comune di Cagli e Istituto Comprensivo F.M. Tocci (secondarie di primo grado) e Fondazione Besharat con sede a Atlanta, grazie all’artista internazionale Saro di Bartolo. L’intento è la “sensibilizzazione” su arte, cultura, senso civico e valorizzazione. I ragazzi della scuola sceglieranno la “loro” foto e ne dovranno “produrre” una antagonista che rispecchi la nostra società. La mostra delle foto degli artisti Saro di Bartolo e Hartmut Schwarzbach insieme a quelle dei giovani e delle giovani della scuola sarà visitabile durante tutto il 2024.

< Ore 17.30 – Salone degli Stemmi Palazzo Pubblico INTELLIGENZA ARTIFICIALE E FOTOGRAFIA. TRUE OR FAKE? Workshop con Saro Di Bartolo artista. Qualche pensiero e molte immagini per raccontare l’impatto dell’IA nell’ambito della fotografia. Una ricerca illustrata.

MARTEDI 9 APRILE

< Ore 11.00 – Salone degli Stemmi Palazzo Pubblico CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL GEMELLAGGIO FRA LA CITTA’ DI CAGLI E LA CITTA’ DI LONGQUAN (CINA). Interventi: Alberto Alessandri sindaco di Cagli, Benilde Marini vicesindaco e assessore alla Cultura Comune Di Cagli, Lili Wu Responsabile Rapporti per Il Comune Di Lonquan In Italia, Marco Moscardi Responsabile Rapporti Bilaterali Gemellaggio, Cristiano Varotti Country Manager Enit Per Cina, Corea e Giappone. In collaborazione con ConfCommercio Marche Nord. Al termine, aperitivo a tema con prodotti alimentari italiani e cinesi.

< Ore 18.00 – Salone degli Stemmi Palazzo Pubblico Presentazione del libro PASSARE IL FIUME di Alessio Torino e Simone Massi – Orecchio acerbo Editore con la partecipazione degli Autori 1944. Appennino umbro-marchigiano. I nazi-fascisti rastrellano la zona e nel paese di Secchiano si nasconde una famiglia ebrea con una bambina, Charlotte. Sono due le persone rischiano per aiutarli: Samuele Panichi, anarchico tornato dall’America a combattere nella Resistenza e don Celli, il parroco. Quando i tedeschi arrivano in paese Panichi, con i due figli e un gruppo di compagni, deve però “passare il fiume” e darsi alla macchia. Don Celli invece viene internato e portato a Mauthausen e da lì al “mulino delle ossa” di Harteim, dove i resti dei prigionieri sono polverizzati e sparsi nel Danubio. Anche lui “passa il fiume”. A Secchiano, invece, il mulino nasconde Charlotte e i suoi. E la mugnaia li sfama. Fino all’arrivo degli alleati. Età di lettura da: 8 anni.

MERCOLEDI 10 APRILE

< Ore 9.30 – Museo Archeologico e della Via Flaminia Progetto ARTE IN MANO Esperienza tattile su Reperti archeologici originali per la scuola primaria (classi V). A cura di Servizi Didattici Sabap An-Pu – Rete Museale della Via Flaminia.

< Ore 17.30 – Salone degli Stemmi Palazzo Pubblico DIGITAL DEVICES, ECOLOGIA DELLA RETE E CYBERBULLISMO in un ampio campione di allievi dalla scuola primaria alla secondaria superiore. Relatore Edoardo Virgili. Eravamo 4 amici al bar, versione anni 2020: uno sta su Facebook, uno gioca a Candy Crush, uno chatta su WhatsApp, uno scatta le foto al cibo.

GIOVEDI 11 APRILE

< Ore 9.30 – Bosco di Tecchie ESCURSIONE GUIDATA dei ragazzi e delle ragazze dell’Istituto Celli attraverso la narrazione dell’opera shakespeariana “SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE “ in collaborazione con TAM e MeF – aperto al pubblico.

< Ore 18.00 – Salone degli Stemmi Palazzo Pubblico INTERMEZZO LETTERARIO MUSICALE con Marino Sinibaldi, giornalista, scrittore, già direttore Rai Radio 3 e il duo Marino e Sandro Severini dei Gang, il più longevo gruppo rock folk marchigiana

< Ore 20.30 Sala General Consiglio Palazzo Pubblico SFIDA SCACCHISTICA Associazione Dilettantistica Scacchi Cagli Leone Pantaleoni Info e prenotazioni 339 8876896 – PREMIO CERAMICA D’AUTORE

VENERDI 12 APRILE

< Dalle ore 9.30 – Museo Archeologico e della Via Flaminia Progetto A VOCE TUA Pesaro 2024 per la scuola dell’infanzia. A cura di lettori volontari dei sistemi bibliotecari.

< Ore 16.30 – Salone degli Stemmi Palazzo Pubblico introduzione del progetto 7 opere 7 artisti 7 imprese DANS L’ÉTERNITÉ LES CHOSES DE L’HOMME. A cura di Andreina De Tomassi e Elvio Moretti – Casa degli Artisti Sant’Anna del Furlo. Nel solco di Francesco di Giorgio Martini e il suo sublime incontro fra tecnica e arte, così la Mostra ai Giardini di Viale della Vittoria, vedrà l’incontro fra 7 artisti e 7 imprenditori cagliesi. Sculture luminose, assemblaggi creativi, fiber art, con l’utilizzo dei materiali di riciclo, dimostreranno che un dialogo fra arte e tecnica è possibile e augurabile. *IN ALLEGATO COMUNICATO STAMPA DELLA MOSTRA

< Ore 17.30 – Giardino Pubblico VISITA GUIDATA alle opere di Niccolò Amadori/Stark S.R.L. – Beate Bennewitz/Essetre spa – Pippo Cosenza e Achille Quadrini/ tecnor sistemi – Leonarda Faggi/le group – Valfrido Gazzetti/Sericroma s.n.c.; Antonio Sorace/ Rockolors srl – Amadori e Sorace/La Sbarbia.

< Ore 18:00 – Atelier Bruno Marcucci, via dell’Industria n. 10 INAUGURAZIONE BRUNO MARCUCCI: ARTI IN PRESENZA, viaggio nei laboratori dell’arte contemporanea – con l’artista e il curatore.

< Ore 20.30 Sala General Consiglio Palazzo Pubblico SFIDA SCACCHISTICA Associazione Dilettantistica Scacchi Cagli Leone Pantaleoni Info e prenotazioni 339 8876896 – PREMIO CERAMICA D’AUTORE

SABATO 13 APRILE

< Dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle 15:30 alle 19:00 – Atelier Bruno Marcucci, Via dell’Industria n. 10 – BRUNO MARCUCCI: ARTI IN PRESENZA, viaggio nei laboratori dell’arte contemporanea – visita libera alle opere e all’atelier in presenza dell’artista .

< Ore 12:30 – Papi’s Bar COSA C’E’ DOP? – Informati con gusto. Alla scoperta del nostro capitale gastronomico. Conduce il sommelier Raffaele Papi. Info 348 6416335

< Dalle ore 15.00 – Comunità Acquaviva – Via Fontetta MA COMUNITA’ NELLA COMUNITA’ – Un murale per incontrarsi e crescere insieme. Inaugurazione dell’opera a cura dell’Artista Mesh, delle ragazze e dei ragazzi della Comunità Acquaviva e di tutti coloro che hanno collaborato.

< Dalle ore 16.00 – Cortile del Cosmo – Galleria Brunetti – Palazzo Berardi Mochi-Zamperoli SAPORE DI TERRA NEI CORTILI DEL GUSTO. Percorso enogastronomico in collaborazione con Slow Food Catria e Nerone Partecipano: Fontes – La Salumeria di Francesco Masani – La Bottega del Marchigiano tipico

< Ore 18.00 – Palazzo Tiranni Castracane Opening mostra COME LA METTI STA di Giovanni Termini a cura di Marcello Smarrelli con un testo di Simone Ciglia. Promossa nell’ambito di Pesaro 2024 dal Comune di Cagli e Pesaro Musei, in collaborazione con Cariaggi, l’esposizione presenta una selezione di opere recenti e inedite, concepite specificamente per l’occasione. Le tre coordinate che orientano il progetto – arte, natura, tecnologia – rappresentano altrettanti cardini del lavoro di Termini: la sua scultura si propone come un “manufatto” che rivendica esplicitamente una tecnologia di esecuzione, un processo aperto al dettato dei materiali che parla dell’uomo e della sua natura. Fermamente situato in uno spazio e proiettato in una dimensione temporale, il lavoro di Termini si nutre “proprio dei conflitti che cerca, inutilmente, di sedare”.

< Ore 21.00 – Chiesa di San Francesco ORCHESTRA RAFFAELLO diretta dal M° Stefano Bartolucci. L’Orchestra Raffaello, costituitasi recentemente, attraverso le attività svolte, le collaborazioni e tutti i progetti musicali ha come finalità principali la scoperta e la valorizzazione delle opere liriche di maggior richiamo e la valorizzazione di solisti del nostro territorio. La gestione di questo gruppo di musicisti con, alle spalle, grandi esperienze concertistiche, è affidata all’Associazione Itinerarte di cui il Direttore principale, Stefano Bartolucci, è il presidente. L’orchestra, nata recentemente, prende l’eredità di un altro ensemble nato nel 2006: “I cameristi del Montefeltro”. Dal 2015 ad oggi, grazie all’iniziativa di questo gruppo, hanno riaperto le stagioni liriche dei seguenti teatri: Rossini di Pesaro (nel periodo invernale), Regina di cattolica, Sanzio di Urbino, Gentile di Fabriano, Comunale di Cagli, Piermarini di Matelica, Masini di Faenza. Le opere che l’Orchestra ha in repertorio sono le seguenti: Barbiere di Siviglia e Cenerentola di Gioachino Rossini, l’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti, Rigoletto e Traviata di Giuseppe Verdi, La Boheme, Tosca e Madama Butterfly di Giacomo Puccini e La Carmen di George Bizet. I concerti pubblici, i concerti- lezione per le scuole, le pubblicazioni editoriali e le registrazioni audio/video, costituiscono alcuni degli strumenti dei quali l’Ensemble si serve per raggiungere i propri obiettivi. La divulgazione del patrimonio lirico italiano è, per questi artisti, una delle prerogative principali. Concerti didattici, conferenze per gli studenti di ogni ordine e grado, “inviti all’opera”, sono svolti con regolarità nelle scuole delle Marche e dell’Emilia Romagna. Altra attività molto importante svolta dall’ottobre del 2015 è quella degli “Incontri con la musica”, che viene svolta al Teatro Sanzio di Urbino per l’Università degli studi. Un teatro, sempre tutto esaurito, accoglie da diversi anni sia giovani e promettenti solisti che artisti affermatissimi come i M° Guido Corti, Davide Simoncini e Mikail Simonyan che l’orchestra, diretta dal M° S.Bartolucci, accompagna in modo magistrale.

DOMENICA 14 APRILE

< Ore 9:00 – GIOIELLI DI MONTE MARTELLO: IL SANTUARIO DI SANTA MARIA DELLE STELLE – Il terzo appuntamento di ‘Castelli nascosti’ toccherà lo scenografico santuario di Santa Maria delle Stelle a Cagli, a cui fa da cornice il panorama fiabesco del Monte Martello, all’interno di un territorio ricco di storia. A chiusura dello storytelling ci sarà la partecipazione dei gruppi teatrali delle comunità terapeutiche di Cagli: Le ginestrelle e Comunità Acquaviva (a cura di Alice Toccacieli di Luoghi comuni). Il punto di ritrovo è l’arena Sant’Emidio a Cagli, un bus navetta condurrà i visitatori al santuario. Due gli orari possibili per partecipare all’evento: ore 9 e 10.45. Max partecipanti 30 persone. Prenotazione obbligatoria 346 6684000.

< Dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle 15:30 alle 19:00 – Atelier Bruno Marcucci, Via dell’Industria n. 10 – BRUNO MARCUCCI: ARTI IN PRESENZA, viaggio nei laboratori dell’arte contemporanea – visita libera alle opere e all’atelier in presenza dell’artista

< Ore 15.00 – Salone degli Stemmi Palazzo Pubblico ARTE CONTEMPORRANEA: AMORE O DISAMORE? Federica Facchini docente Accademia BB.AA di Urbino e Massimo Pulini storico dell’arte e docente AA, BB di Bologna, dialogano sul tema.

< Ore 15.00 – Salone degli Stemmi Palazzo Pubblico CONCERTO di EUGENIO DELLA CHIARA Domenico Scarlatti Napoli, 1685 – Madrid, 1757 Sonata in La maggiore K. 208 [tr. A. Dieci] – Sonata in La minore K. 175 [tr. A. Dieci]; Niccolò Paganini Genova, 1782 – Nizza, 1840 Grande Sonata in La maggiore M.S. 3 – I. Allegro risoluto – II. Romance – III. Andantino variato; Gaspar Cassadó Barcellona, 1897 – Madrid, 1966 Preámbulo y Sardana – Sardana Chigiana; Federico Moreno Torroba Madrid, 1891 – Madrid, 1982 Sonatina in La maggiore – I. Allegretto – II. Andante – III. Allegro

< Dalle ore 16.00 – Cortile del Cosmo – Galleria Brunetti – Palazzo Berardi Mochi-Zamperoli SAPORE DI TERRA NEI CORTILI DEL GUSTO. Percorso enogastronomico in collaborazione con Slow Food Catria e Nerone Partecipano: Fontes – La Salumeria di Francesco Masani – La Bottega del Marchigiano tipico.

< Ore 18:30 – Caffè d’Italia – COSA C’E’ DOP? – Informati con gusto. Alla scoperta del nostro capitale gastronomico. Conduce il sommelier Raffaele Papi. Info: 320 1178930

I LABORATORI DELLA SETTIMANA

– LA MAIOLICA DI LINDA ZEPPONI, aperto ogni giorno con orario apertura negozio decorazione in maiolica di piastrelle refrattarie 15×15 a tema libero per dare sfogo alla propria libertà di espressione e conoscere al tesso un’antica arte pittorica: ”la maiolica”. Al termine della settimana tutti i lavori realizzati verranno infornati per poi essere applicati come rivestimento di design in una zona della cittadina da “recuperare”. info 329 4186905

– IL RESTAURO DI ROBERTO BATTISTELLI

martedì 9 – giovedì 11 18.30-20.00 – sede lapisarte laboratori realizzazione di oggetti intarsiati. uso della morsa per laboratorio di doratura in oro zecchino con le varie fasi. info e iscrizioni laboratorio 340 3485953

martedì 9 – giovedì 11 ore 21.00 lezione sui vari stili del mobile. Come si trasforma dal 500 al 900. Come riconoscere un falso da uno autentico.

– L’ARTE DELLA PIETRA A CURA DI ETTORE GAMBIOLI

lunedì 8, mercoledì 10, venerdì 12, ore 20.30 – sede lapisarte laboratori

Il progetto continuerà in giorni e orari successivi e a distanza di 15 giorni. Il corso si prefigge l’obiettivo di far modellare ai partecipanti delle formelle in Creta che poi una volta cotte e decorate dovrebbero andare a comporre una piccola scultura. Il corso si terrà nel periodo aprile maggio e gli incontri saranno distanziati fra di loro anche di parecchi giorni perché ci sono tempi tecnici di asciugatura abbastanza lunghi. Nella prima serata si spiegherà il progetto, nella seconda si metterà a mano alla Creta utilizzando le spatole. Il numero di serate sarà relativo al numero dei partecipanti, comunque dopo la modellazione (1-2 serate + lavoro a casa se necessario) si sarà una pausa di una due settimane per far sì che la creta asciughi e venga cotta. Successivamente la terracotta ottenuta sarà dipinta con dei colori mediante pennelli sempre dai partecipanti. Le formelle colorate ottenute verranno montate su un supporto in pietra a formare una piccola scultura che potrebbe trovare posto in ambienti pubblici cagliesi. info e iscrizioni 334 9075879

Durante la settimana c/o il torrione martiniano sarà possibile osservare il lavoro sulla conservazione, il restauro e la valorizzazione del centro per la scultura contemporanea ad opera della Scuola di Conservazione e Restauro del Dipartimento di Scienze Pure e Applicate (DiSPeA) dell’Università degli Studi di Urbino.

La Montecalvo che non t’aspetti

Montecalvo in Foglia

Dal primo al 7 aprile è il Comune di Montecalvo in Foglia il nuovo protagonista di ‘50×50: Capitali al quadrato’, il progetto simbolo di Pesaro 2024 che vede i cinquanta Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino, a turno, Capitale per una settimana lungo il 2024; special partner ‘50×50 Capitali al quadrato’ Banca di Pesaro – Credito Cooperativo. Il ricco programma si intitola ‘La Montecalvo che non t’aspetti’ e propone 7 giorni fitti di occasioni tra arte, passeggiate a piedi e in bicicletta tra borghi e angoli suggestivi, presentazioni editoriali, musica e iniziative alla scoperta delle antiche tradizioni artigianali del territorio. Presenti anche due immancabili appuntamenti di Cosa c’è DOP.

Per Daniele Vimini, vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro si tratta di “una settimana molto ricca e molto ben congegnata quella di Montecalvo in Foglia che esprime la sua natura di Comune e di territorio crocevia di arte e artisti, tenendo insieme diversi aspetti, dall’incisione alla scultura alla storia letteraria fino alla vocazione innata al racconto del paesaggio, sia quello naturale che delle architetture e dei borghi da riscoprire. Un programma impressionante per numero di figure coinvolte e che non vediamo l’ora di assaporare con il gusto del plein air e per scoprire situazioni e luoghi meno battuti”.

“Un ringraziamento particolare al sindaco Matteo Ricci e al vicesindaco assessore alla bellezza Daniele Vimini per avere fatto sì che ogni Comune possa essere per una settimana Capitale italiana della cultura coinvolgendoci in questo magnifico progetto ‘50X50 Capitali al quadrato”: così Donatella Paganelli sindaca di Montecalvo in Foglia. “Un’ occasione irripetibile specialmente per i piccoli comuni come noi, che darà visibilità a tutto il territorio provinciale, specialmente le aree interne. Abbiamo accolto con entusiasmo questa splendida occasione che ci fa scoprire la ‘Montecalvo che non t’aspetti’, una terra piena di cultura e tradizioni. In questa settimana abbiamo voluto mettere in mostra le bellezze e le peculiarità del nostro territorio, mettendo in risalto le nostre eccellenze. Nella stesura del programma sono state coinvolte tutte le attività commerciali e ricettive trasformandole anche in palcoscenico per gli eventi. Il piatto tipico della settimana della cultura di Montecalvo è il passatello, un piatto povero fatto con pane, uova e formaggio che nella tradizione contadina era il piatto delle feste. Lo troveremo nel menù di ogni ristorante in varie versioni”.

Comune di Montecalvo in Foglia ‘la Montecalvo che non t’aspetti’

1-7 aprile 2024

CALENDARIO
Lunedì 1 aprile

< ore 11:00 Montecalvo in Foglia Accoglienza cicloturistica Gabicce – Passaggio del testimone dal Comune di Gabicce e la storica Cicloturistica organizzata dall’associazione degli albergatori al Comune di Montecalvo

< ore 11:30 Montecalvo in Foglia Inaugurazione mostra Giancarlo Sardella – esposizione di 50 anni di incisione del maestro stampatore e laboratori didattici sulla stampa d’arte; esposte opere di: Walter Valentini, Sandro Chia, Robert Carroll, Gianfranco Ferroni e altri. Orario: tutti i giorni 10-13, 15,30-18

< ore 17:00 Cà Gallo Inaugurazione mostra di Giulio Serafini, calcografo, incisore, pittore – Esposte le calcografie stampate dal 1982 a oggi, oltre a grafiche originali e libri di artisti di fama internazionale di origine marchigiana: Arnaldo Pomodoro, Giò Pomodoro, Walter Valentini, Oscar Piattella, Eliseo Mattiacci, Giuliano Vangi. Orario: tutti giorni 10-13, 16-19,30

< ore 17:30 Cà Gallo Out of Sight, Out of Mind? (lontano dagli occhi, lontano dal cuore?) – Video spettacolo Coreografa marchigiana Lucia Mauri, con il sostegno di Ariella Vidch aiep, Liz King-d.id Identity Bruckner University Linz e Stuv-Bruckner. Replica giornaliera per tutta la settimana.

< ore 18:00 Bar Garden Family Cà Gallo Cosa c’è DOP Informati con gusto. Alla scoperta del nostro capitale gastronomico. Conduce il sommelier Otello Renzi. Info 377 5779972.

Martedì 2 aprile

< ore 09:15 Cà Virginia Alla scoperta di Montecalvo e i calanchi – Escursione in E-Bike della durata di circa 3 ore –  percorso facile

< ore 10:30 Montecalvo in Foglia Alla scoperta di Montecalvo e i calanchi – Passeggiata all’interno del Borgo di Montecalvo con storytelling a cura di Alessandra Mindoli. Presentazione del libro di Nando Cecini Montecalvo in Foglia un paese tra colline e fondovalle

< ore 14:30-19:30 Agriturismo e Oasi la Badia Alla scoperta dell’Oasi della Badia – Laboratori ed esposizioni “Salice Vivo” dimostrazioni pratiche dell’intreccio del vimini e laboratori di cesteria, una guida ambientale condurrà il visitatore all’interno dell’Oasi.

< ore 15:00 Casino Sole Apertura Archivio de “Il Caffè” – Visita della casa del giornalista Gianbattista Vicari e mostra dedicata alla sua figura, ai suoi dipinti e alle riviste da lui dirette. Orario tutti i giorni 10-13, 16-19

Mercoledì 3 aprile

< ore 19:00 Borgo Massano Ristorante Cavaliere Orchestra “ Semi di Note” I.C.S. Anna Frank Concerto della Orchestra “Semi di note“ dell’Istituto Comprensivo Anna Frank diretta da Francesca Perrotta. A seguire degustazione piatti tipici su prenotazione

Giovedì 4 aprile

< ore 9:00-12:00 Agriturismo la Badia Alla scoperta dell’Oasi della badia – Laboratori ed esposizioni “Salice Vivo” dimostrazioni pratiche dell’intreccio del vimini e laboratori di cesteria, una guida ambientale condurrà il visitatore all’interno dell’Oasi

< ore 11:00 Ristorante dall’Amico Loc. Ca’Gallo La crescia in mostra con l’erba di campagna e caciotta Urbinate/Mostra del Pittore Casadei – Dimostrazione/preparazione de: “La Crescia Marchigiana” con l’erba di campagna e caciotta urbinate e degustazione  (su prenotazione) . Mostra di Domenico Casadei, pittore

< ore 15:00 Borgo Massano O.K. GASTRONOMIA Riscoprire come eravamo – Visita al museo della mezzadria con storyitelling a cura di Alessandra Mindoli. Letture: La luna e il gelso. Vita contadina.

< ore 17:00 Borgo Massano O.K. GASTRONOMIA Riscoprire come eravamo – Presentazione libro di Bruna Andruccioli Una storia famigliare, Banchetto del contadino su prenotazione. Balli e musica

< ore 18:30 Borgo Massano Ca’ Virginia Country House&Wellness Il Ben-essere Olistico – Yoga benefici nella vita di tutti i giorni – conferenza gratuita seguita da breve meditazione

Venerdì 5 aprile

< ore 18:00 Cà Gallo-Circolo Arci la Pista Percorso degustativo – Esposizione e degustazione

< ore 18:30 Ca’ Virginia Country House & Wellness Il Ben-essere Olistico conferenza sulla Cultura del ben-essere Olistico

< ore 21:00 Borgo Massano Commedia dialettale ‘C’è i Birb e i coion” della Compagnia “I rimediati” di Borgo Massano “Degustazioni piatti tipici su prenotazione

Sabato 6 aprile

< ore 9:15 Cà Virginia Escursione in E-Bike guidata (durata circa 3 ore, percorso facile). Sosta Agriturismo i Calanchi per caffè con la moka. Alla scoperta di Montecalvo in Foglia, la sua storia e i suoi calanchi. Al rientro aperitivo del “cicloturista”.

< ore 10:30 Montecalvo La battaglia della pieve – Passeggiata storytelling a cura di Alessandra Mindoli. Presentazione libro Severini Filippo Monte Calvo, L’evoluzione geografica e ambientale dei calanchi a Montecalvo in Foglia col geologo Nicolas Gaspari. possibilità di pranzare su prenotazione.

< ore 14:30-18:00 Agriturismo la Badia Alla scoperta dell’oasi della Badia Laboratori ed esposizioni “Salice Vivo” dimostrazioni pratiche dell’intreccio del vimini e laboratori di cesteria, una guida ambientale condurrà il visitatore all’interno dell’Oasi

< ore 16:00 Montecalvo Adess’Varcont- Bruno Ceci presenta il libro del maestro stampatore Giancarlo Sardella

Domenica 7 aprile

< ore 8:30-19 Cà Gallo Mostra Mercato 28° edizione

< ore 18:00 Circolo “Arci – La Pista” – loc. Ca’Gallo Aperitivo e Musica – Spazio Giovani – Apritivo e musica dal vivo

< ore 19:00 Bar Dal Bucaro Borgo Massano Cosa c’è DOP Informati con gusto. Alla scoperta del nostro capitale gastronomico. Conduce il sommelier Otello Renzi. Info 339 5457409.

< ore 21:00 Chiesa San Silvestro Cà Gallo Corale Montefeltro – Le più belle musiche da film

Festival degli Sguardi: 50×50 Gabicce Mare

Gabicce Mare

Dal 24 al 31 marzo è il Comune di Gabicce Mare il nuovo protagonista di ‘50×50: Capitali al quadrato’, il progetto simbolo di Pesaro 2024 che vede i cinquanta Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino, a turno, Capitale per una settimana lungo il 2024; special partner ‘50×50 Capitali al quadrato’ Banca di Pesaro -Credito Cooperativo. Il programma si intitola ‘Festival degli Sguardi’ ed è realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro. Presenti anche gli immancabili appuntamenti di Cosa c’è DOP.

Alla conferenza stampa erano presenti: Daniele Vimini vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro, Silvano Straccini direttore generale di Pesaro 2024, Micaela Vitri consigliera regionale, Domenico Pascuzzi sindaco di Gabicce Mare.

Ha aperto Silvano Straccini sottolineando come le linee di azione di Pesaro Capitale siano state perfettamente recepite in un calendario che rispetta le tradizioni e gli eventi di Gabicce e con un segno grafico estremamente riconoscibile. “Ricordo che i riflettori da capitale non si spengono con la settimana ma sono una vetrina che continua durante tutto l’anno. Ancor di più in questo caso visto che i confini tra Pesaro e Gabicce sono quasi impercettibili e c’è una sorta di continuità geografica segnata dal Parco San Bartolo. Dunque, un unico respiro per una coesione territoriale che il progetto ‘50×50 Capitali al quadrato’ rappresenta al meglio”.

Continua Micaela Vitri: “Ovviamente il sostegno della Regione era doveroso e ci rendiamo conto in queste occasioni quanto sia prezioso il programma che ha messo insieme Pesaro 2024, l’unica città Capitale della Cultura che ha realizzato un progetto del genere che coinvolge tutti i Comuni della sua provincia, nessuno in Italia lo aveva fatto. E il calendario di Gabicce ha centrato perfettamente il tema di Pesaro 2024 ‘La natura della cultura’”.

“E’ grande motivo di prestigio per Gabicce Mare – così Domenico Pascuzzi – poter essere Capitale italiana della cultura per una settimana insieme a Pesaro e ringrazio il sindaco Matteo Ricci e il vice sindaco Daniele Vimini per avere avuto questa visione diffusa che evidenzia le eccellenze del territorio. Il Comune di Gabicce Mare ha deciso di presentarsi a questo appuntamento eccezionale come Riviera del San Bartolo insieme al Comune di Gradara e al Comune di Pesaro elaborando un programma ad hoc di elevata qualità che abbiamo deciso di chiamare “Festival degli Sguardi” per raccontare i paesaggi reali, possibili e multimediali tramite la dimensione privilegiata della prospettiva visiva. Toccherà al Comune di Gabicce Mare inaugurare il Festival nella settimana di Pasqua dal 25 al 31 marzo che vedrà come luogo privilegiato il Mississippi. Sarà una settimana ricca di eventi sia all’interno del Mississippi che nel resto della città. Ringrazio tutto il tessuto associativo gabiccese e gli operatori turistici ed economici per il loro coinvolgimento e per aver colto con vero interesse questa opportunità che ci è stata offerta”.

Le conclusioni a Daniele Vimini: “Ringrazio Gabicce perché quella che ci attende è davvero una settimana veramente importante per le tematiche varie e ricche, che vede sullo sfondo il brand Riviera del San Bartolo, progetto comune frutto del lavoro congiunto di Pesaro, Gabicce e Gradara con tante iniziative condivise. Il programma ricco interpreta molto bene le tematiche della Capitale e coinvolge molti artisti e le associazioni in quella che è di fatto la settimana che si conclude con la Pasqua, dunque di passaggio ‘ufficiale’ verso la bella stagione”.

 

Gabicce Mare per ‘50×50 Capitali al quadrato’/Festival degli Sguardi
24 – 31 marzo 2024
Domenica 24 marzo ore 11 sede Quartiere 6/Fiorenzuola di Focara

Mostra Archeoplastica, una selezione di reperti di plastica spiaggiata per aumentare la coscienza sulla condizione critica dei nostri mari

Lunedì 25 marzo Mississippi

< ore 10 Inaugurazione della Settimana con Sguardi possibili e orizzonti in mutamento – Workshop “Fare Rete (sostenibile) per il territorio”

Intervengono:

Domenico Pascuzzi, sindaco di Gabicce Mare, Filippo Gasperi, sindaco di Gradara, Daniele Vimini, vice sindaco di Pesaro, Silvano Straccini, direttore di Pesaro 2024

Laura D’Amico, grafica e designer: Lo sguardo d’insieme. Presentazione della brand image Gabicce Maremonte 2024; Cristina Lipera: “Creare comunità educanti, democratiche ed inclusive”, progetto “FiuMare. Tra educazione e sostenibilità”, Bando Erasmus+. Small-scale partnerships in youth. A cura di Norges Miljøvernforbund e Associazione Funamboli APS-ReMida Bologna_Terre d’Acqua

A conclusione degli interventi

Gabicce Maremonte Experience. Inaugurazione installazione immersiva multimediale a cura di Quadro Quantico e Laura D’Amico, visitabile dal 25 marzo al 2 aprile orario 10-19

< ore 18:00 44 Caffè (via Cesare Battisti 21) Cosa c’è DOP Informati con gusto, alla scoperta del nostro capitale gastronomico, conduce il sommelier Otello Renzi. Info: 3394909796.

< ore 20.45 Mississippi Sguardi e habitat. Stili di vita a confronto Tavola rotonda in collaborazione con Auser Gabicce Mare. Interventi di Erika Onorato, neuropsicologa e Samuele Valentini, biologo nutrizionista

Martedì 26 marzo

< Ore 10.00 Mississippi Visite delle scuole – Il mare risorsa per la città a cura di Nicola Tontini, biologo (associazione culturale A.L.I.C.E.)

< Ore 15.00 Mississippi Lo sguardo istantaneo Dalla Polaroid al selfie, worshop a cura di Gabriele Nastro

< Ore 17.00 Mississippi Sguardi possibili Progettare lo sguardo. Fra fotografia e cinema con il fotografo e architetto Aldo Amoretti, il fotografo Paolo Semprucci, Pierpaolo Loffreda, docente di Teoria e metodo dei mass media, di Teoria e analisi del cinema e dell’audiovisivo

< Ore 20.30 Chiesa Maria SS. Immacolata/Gabicce Mare Concerto dei cori: “Le Piccole Note Gabicce”, “Grillo D’Oro” di Pesaro, “Exnovo Coro Urbano Pesaro” a cura del Circolo M.C.L. di Gabicce Mare

Mercoledì 27 marzo Mississippi

< Ore 10.00 Mississippi Visite delle scuole – Gabicce Mare. Storia, tradizioni e territorio a cura della Prof.ssa Cristina Manzini (associazione culturale A.L.I.C.E.)

< Ore 18.00 Sguardi filosofici Paolo Ercolani presenta “Sguardi inquietanti: l’umano di fronte all’intelligenza artificiale”

< Ore 21.00 Sguardi d’arte. La terra plasmata “I Lanfranco a Gabicce”, incontro culturale a cura dell’Associazione il Fortino con la partecipazione del professor Riccardo Gresta

Giovedì 28 marzo

< Ore 15.30 Centro Civico Creobicce Sguardi gabiccesi Racconti su Gabicce Mare di Leonardo Badioli

< Ore 18.00 Mississippi Nuovi sguardi della pubblicità Paolo Iabichino presenta Scrivere civile. Pubblicità e brand a servizio della società (Luiss University Press, 2022)

< ore 19.30 Mississippi Sguardi musicali sulla natura FF- Live #electromusic performance, Roberto De Masi e Vincenzo Marcone

Venerdì 29 marzo

< Ore 10 Sguardi in cammino Passeggiata fotografica con la Banda del San Bartolo.

< Ore 17.00 Area Sportiva Inaugurazione del torneo di calcio X. Regins Pasqua Football Cup organizzato da ASD Gabicce-Gradara

< ore 18:00 Coffee break (via Vittorio Veneto 81) Cosa c’è DOP Informati con gusto, alla scoperta del nostro capitale gastronomico, conduce il sommelier Otello Renzi. Info: 347 5383739.

Sabato 30 marzo

< Ore 9.00 viale della Vittoria Inaugurazione della Settimana Cicloturistica Internazionale 2024 organizzata dal Gruppo Albergatori Multiservizi

<Ore 10-19 Sguardi sonori: il paesaggio come scenografia diffusa

10-13 Performance musicali diffuse curate dall’ associazione Aps Musica Humana

10-10.45 Area Faro Duo Simone Oliva (chitarra), Elisa Vignando (violino)

11-11.45 Gabicce Monte via dell’Orizzonte Giuseppe Antonelli (fisarmonica)

12-12.45 parco fluviale viale della Vittoria Voice of Waves, Carol Morosini (voce), Marco Monari (chitarra)

< 15-19 piazza Valbruna Disco Stupenda presenta dj set Tommiboy+Discofritto

< Ore 17.30 Mississippi Sguardi enigmistici Marco Ardemagni presenta “Biancaneve e i settenari. Antologia di poesia giocosa” (Bompiani, 2022)

< Ore 20.00 piazza Municipio Early Night Tales percorso musicale di Cobra

< Ore 21.00 piazza Municipio Cricca Live in concerto

Shopping 2024 apertura dei negozi e delle attività del centro dalle 20 alle 24

Domenica 31 marzo

< Dalle 15 till late Mississippi Easter Party back to Mississippi

< Ore 17.00 piazza Municipio Joyce&The Jammers in concerto, festa di chiusura eventi della settimana da Capitale di ‘50×50 Capitali al quadrato’

Lunedì 1 aprile

Montecalvo in Foglia Passaggio di testimone al Comune di Montecalvo in Foglia con la carovana della Settimana Cicloturistica Internazionale

Altri appuntamenti della settimana:

23 marzo – 2 aprile Gabicce Mare: Paesaggi, mostra diffusa nelle attività e locali dei collettivi di pittura “I lunedì dell’Arte” e ‘La Via dell’Arte’

24 marzo – 7 aprile Fiorenzuola di Focara Mostra Archeoplastica orario 9-12, 15-19

23 marzo – 2 aprile Sala Consiliare Terra mostra personale di Deborah Coli

25-31 marzo Gabicce Monte Sguardi di colore sul mare mostra presso la Galleria d’arte Jutta Motzko

25-31 marzo Centro Civico Creobicce La civiltà agricola in miniatura, mostra meccanica di Fabio Fiorelli ed esposizione in memoria di Umberto Palmetti

25 marzo – 2 aprile Mississippi Gabicce Maremonte Experience installazione immersiva, orario 10-19

 

Il 14 aprile la nuova tappa di ‘Fuori pista: Slow Tourism’

Fuori pista: Slow Tourism

Pesaro 2024 presenta un nuovo progetto di dossier che arricchisce il calendario dell’anno da Capitale: si tratta di ‘Fuori pista: Slow Tourism, collocato nella sezione della ‘natura mobile’ della cultura, attuato da CSV Marche ETS Centro Servizi per il Volontariato.

Un approccio sperimentale al concetto di guida turistica che parte dal racconto e dall’esperienza di chi il territorio lo vive, mettendo al centro una materia molto ‘umana’: i ricordi e i racconti. E’ questa l’idea guida del progetto decisamente emozionante già partito nei mesi scorsi all’interno di ‘50×50 Capitali al quadrato’ e che avrà il suo prossimo appuntamento domenica 14 aprile a Cagli. Attraverso una rete di guide di comunità che raccontano l’entroterra pesarese mescolando storia e storie, ‘Fuori pista: Slow Tourism’ crea nuovi percorsi dove la natura e l’arte diventano strumenti per scoprire la Provincia e lasciare traccia nei cuori e nei corpi delle persone. Con un unico suggestivo obiettivo finale: fare luce sulle piccole comunità della nostra terra attraverso itinerari inediti capaci di unire passato, presente e futuro. ‘Fuori pista: Slow Tourism’ si articola in due programmi: ‘Castelli nascosti’ e ‘Il respiro delle pietre-borghi in cammino’.

Alla conferenza erano presenti: Daniele Vimini vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro, Silvano Straccini direttore generale Pesaro 2024; per CSV Marche, il presidente Simone Bucchi e il coordinatore del progetto Roberto Paoletti; la storica dell’arte Alessandra Mindoli curatrice di ‘Castelli nascosti’, Stefano Marzani presidente de La macina Terre Alte Cooperativa sociale di comunità Onlus, la regista e formatrice teatrale Alice Toccacieli dell’associazione ‘Luoghi Comuni’.

Ha aperto Silvano Straccini sottolineando l’importanza di questo progetto che dopo un lungo lavoro di cocreazione culturale “vede oggi la presentazione ufficiale ma che era già partito in alcuni appuntamenti del calendario di ‘50×50 Capitali al quadrato’. E che ha una caratteristica particolare: il coinvolgimento del territorio della nostra provincia e quindi il racconto delle comunità è un elemento patrimoniale indispensabile per la scrittura di questo progetto”.

Così Daniele Vimini: “Ringrazio i partner coinvolti che da tanti anni sono impegnati su progetti che riguardano ‘le terre alte’ da scoprire e riscoprire, toccando anche diversi luoghi non conosciuti magari abbandonati e col bisogno di essere scoperti anche grazie al passaparola. E’ un progetto che si lega strettamente a 50×50 Capitali al quadrato, che è partito individuando diverse zone per caratterizzare la provincia. Un progetto vincente per più motivi: perché incrocia la storia dell’arte, le storie produttive e naturali e chiede alle varie zone di essere elemento di collegamento con le regioni confinanti, e soprattutto perché non solo rafforza la programmazione dei comuni ma crea le condizioni per cui un evento possa essere replicabile, e dimostrare che quell’elemento si può realizzare dandogli anche un valore economico. Con due obiettivi; il racconto lungo oltre il 2024 e la volontà di rafforzare il turismo interno – target prioritario – per creare una consapevolezza forte negli abitanti di questi luoghi e generare un vero e proprio ‘patrimonio della comunità’ che sarà la base per un’esperienza più autentica anche del turista che arriva da fuori.

Così Simone Bucchi: “Con Pesaro Capitale della Cultura abbiamo in corso un’ampia collaborazione in VolontarX per Pesaro2024, con la gestione della piattaforma e la formazione dei volontari, nel progetto Circol’azioni, con attività di promozione e divulgazione sui temi dell’Agenda Onu 2030, e anche nell’ambito di ‘50X50 Capitali al quadrato’, con un lavoro di animazione territoriale rivolto alle associazioni. Per noi è un impegno molto importante e stiamo riscontrando una risposta significativa delle associazioni, sul fronte della disponibilità, ma anche dei contenuti, che arricchiscono il percorso culturale complessivo. Nello specifico del progetto ‘Fuori pista – Slow tourism’, quelle che proponiamo sono ‘esperienze’ in cui c’è dentro moltissimo: riscoperta del territorio, in particolare delle piccole comunità dell’entroterra, natura, memoria, racconti, espressioni e performance artistiche, tempo da condividere insieme.

Castelli nascosti

Vuole proporre itinerari in luoghi insoliti e meno conosciuti della provincia e nasce da un’idea della storica dell’arte Alessandra Mindoli. Dopo il trasferimento da Ascoli a Tavullia nel 2016, ha iniziato a scoprire la provincia di Pesaro e Urbino e ha censito più di 50 luoghi tra borghi fortificati e castelli abbandonati o scarsamente abitati, di rilevante importanza culturale e di singolare bellezza ambientale, mappati nel corso degli anni grazie a certosine ricerche e testimonianze della popolazione. Molti dei siti confinano con l’Umbria, la Toscana e la Romagna con una commistione di tradizioni, storia e cultura che li rende unici e affascinanti. Tra quelli censiti, Mindoli ha selezionati una ventina di borghi sulla base di precisi criteri: il valore culturale e storico, la facile raggiungibilità con auto e navette, il basso incremento demografico. Accanto ai castelli, compaiono edifici ecclesiastici, mulini e ville storiche. Si tratta di destinazioni ideali per un turismo slow ed ecosostenibile, ora molto amato soprattutto in seguito alla pandemia, particolarmente apprezzato dai turisti del Nord Europa ma anche dagli autoctoni che spesso non conoscono approfonditamente il territorio in cui vivono. Una parte del programma prevede la possibilità di visitare questi luoghi in occasione delle Settimane del progetto di Pesaro 2024 ‘50×50 Capitali al quadrato’ per un totale di 12 tappe da gennaio a ottobre. E’ prevista inoltre una collaborazione con il Touring Club Italiano per la valorizzazione dei percorsi progettuali.

CALENDARIO GENNAIO – OTTOBRE 2024

28 gennaio Montefabbri – Vallefoglia

25 febbraio Montevecchio – Mezzanotte e Casa Sponge – Montesecco  – Pergola

14 aprile Santuario di Santa Maria delle Stelle – Cagli

12 maggio Torricella – Fossombrone

9 giugno Piagnano – Sassocorvaro Auditore

14 giugno Pieve di Carpegna

14 luglio Montebello – Terre Roveresche

28 luglio Monastero – Piandimeleto

4 agosto Castel Della Pieve – Mercatello Sul Metauro

1 settembre Farneto – Montelabbate

6 ottobre Montefiorentino – Frontino

20 ottobre Convento di Monte Illuminato – Lunano

Il respiro delle pietre – borghi in cammino

Curato da La Macina Terre Alte – Cooperativa sociale di comunità Onlus in collaborazione con l’associazione culturale ‘Luoghi Comuni’, il programma accende i riflettori su territori lontani dal clamore delle grandi destinazioni turistiche partendo da un presupposto di ‘ascolto’ della bellezza che ci circonda. ‘Il respiro delle pietre – borghi in cammino’ mette in connessione le comunità locali dell’entroterra pesarese attraverso una serie di escursioni e passeggiate che trovano nei racconti delle memorie degli abitanti il filo di cucitura tra le comunità stesse e i turisti. Le narrazioni di comunità avvicinano i visitatori a luoghi – chiese, castelli, palazzi, interi borghi o, talvolta semplici ruderi – dove i protagonisti sono il silenzio, la pace e la natura. Le pietre che nei secoli hanno visto generazioni di uomini e donne, verranno raggiunte a piedi attraverso antichi sentieri, accompagnati da guide escursionistiche, narratori locali, educatori ambientali e teatranti. Quando possibile, alcune escursioni sono inserite nel calendario del progetto ‘50×50 Capitali al quadrato’ grazie alla disponibilità dei Comuni e dei soggetti del Terzo Settore coinvolti. A documentazione del lavoro fatto, al termine del programma verranno realizzati contributi video e audio.

CALENDARIO MAGGIO – NOVEMBRE 2024

Sabato 25 maggio Piandimeleto

Cavoleto: palazzo signorile dei conti Cosmi; due piccole piazze medievali, site a quote altimetriche differenti; affresco di scuola raffaellesca del XVI sec., all’interno di un piccolo oratorio.

Sabato 15 giugno Carpegna

Chiesa Santa Maria della Misericordia di Castacciaro: al suo interno ospita il Museo dei Borghi che documenta l’ambiente rurale, le attività e la vita contadina dei quindici borghi della Carpegna.

Sabato 29 giugno Cagli

Pieia: casa torre colombaia; arco di Fondarca; Sasso del re. Chiesa di San Michele Arcangelo a Cerreto: (Vallata di Pianello di Cagli): lacerti di affreschi

Mercoledì 7 agosto Borgo Pace

Palazzo Mucci: dimora signorile del 1600 che ospitò l’esule Luciano Bonaparte; chiesa di San Floriano che custodisce una tela di grandi dimensioni attribuita a Raffaellin del Colle. Figgiano: chiesa romanica di Santa Lucia, decorata con affreschi del 1300. Castel de Fabbri: paese fantasma (esterno chiesa di San Bartolomeo e torre feudale)

Sabato 21 settembre Sassocorvaro Auditore

Castelnuovo: paese fantasma, raggiungibile percorrendo una strada lastricata con ciottoli di fiume all’interno del bosco; ruderi della chiesa di San Biagio; abitazioni di epoca medievale e cimitero antico.

Sabato 5 ottobre Frontino

Mulino di Ponte Vecchio: bottaccio, torre e museo del pane

Venerdi 11 ottobre San Lorenzo in Campo

Castello di Montalfoglio: borgo medievale ben conservato in cui il tempo sembra essersi fermato. Da qui si osserva la valle del Cesano

Domenica 3 novembre Acqualagna

Castello di Pietralata al Furlo: costruito su uno sperone roccioso quasi inaccessibile situato alle pendici del monte di Pietralata

Tutte le iniziative sono a ingresso gratuito; tempi e modalità di partecipazione sul sito di Pesaro 2024 e di CSV Marche ETS Centro Servizi per il Volontariato www.csvmarche.it

Alla scoperta di San Costanzo

San Costanzo PU

Dal 18 al 24 marzo è il Comune di San Costanzo il nuovo protagonista di ‘50×50: Capitali al quadrato’, il progetto simbolo di Pesaro 2024 che vede i cinquanta Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino, a turno, Capitale per una settimana lungo il 2024; special partner ‘50×50 Capitali al quadrato’ Banca di Pesaro -Credito Cooperativo. Il programma si intitola ‘Il gusto della cultura, la cultura del gusto’ a sottolineare l’immensa ricchezza enogastronomica di questa parte del territorio che dialoga con le numerose iniziative culturali tra teatro, letture, musica, poesia e passeggiate nella natura. Presente anche l’immancabile appuntamento di Cosa c’è DOP.

Alla conferenza stampa erano presenti il sindaco Matteo Ricci e il vicesindaco Daniele Vimini, assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro, Silvano Straccini direttore generale Pesaro 2024; per San Costanzo il sindaco Filippo Sorcinelli, l’assessora alla cultura Anna Maria Sabattini, l’artista Nicola Gaggi referente per il progetto. I saluti di apertura affidati a Silvano Straccini che ha sottolineato come San Costanzo ha interpretato perfettamente gli indirizzi forniti da Pesaro 2024 e come la comunità ha espresso tutte le sue potenzialità al meglio.

“Quando con Vimini abbiamo pensato al coinvolgimento della Provincia avevamo in mente esattamente questo”. Così Matteo Ricci. “Come sapete ho fatto il presidente della Provincia e conosco benissimo tutte le bellezze della nostra terra. San Costanzo è un territorio a cui sono molto legato, conosco le vostre peculiarità ed è bellissimo quello che avete fatto con le Sagre delle Sagre. Ed è un po’ quello che vogliamo fare con Pesaro 2024: mettere insieme tutto ciò che abbiamo. Lo spirito è questo, sarebbe stato stupido vivere la capitale in maniera egoistica chiusi dentro Pesaro, invece così settimana per settimana diamo la possibilità a tutti i Comuni di mettere in risalto le eccellenze che hanno e San Costanzo è uno tra i Comuni che ha colto meglio questa opportunità”.

Per Daniele Vimini, vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro, quello di San Costanzo per la Settimana in cui sarà Capitale della Cultura con Pesaro è davvero un bel lavoro. 2Per questo voglio ringraziare in particolar modo il sindaco Sorcinelli e la sua giunta e la realtà associativa molto viva del territorio che ha messo in piedi un programma particolarmente completo e in linea con la natura della cultura a partire dai temi dell’ambiente e della sostenibilità, dell’agroalimentare e dell’enogastronomia protagonisti anche dal punto di vista del recupero del racconto delle tradizioni Il programma ha i punti forti naturalmente nel teatro – non poteva essere diversamente – per una realtà come quella di San Costanzo fortemente permeata dal teatro recentemente riaperto e riqualificato anche dal punto di vista energetico. E soprattutto sullo spirito della convivialità e dell’incontro che caratterizza San Costanzo che è un crocevia di più vallate e che sa accogliere i cittadini nella misura di una capitale partecipata”.

Continua il sindaco di San Costanzo Filippo Sorcinelli: “Abbiamo pensato a questo titolo – Il gusto della cultura, la cultura del gusto – per la nostra settimana da protagonisti, immaginando un viaggio alla scoperta delle nostre tradizioni, dei nostri colori, dei nostri sapori. Un percorso che vi porterà a conoscere l’essenza dello stare insieme e vivere in una comunità ricca di risorse, di storie e naturalmente di ricette. Ma la ricetta principale è l’impegno di tante associazioni, artisti, imprese e cittadini che con le loro preziose iniziative, tutto l’anno, rendono San Costanzo una delle realtà culturalmente più frizzanti e riconosciute del territorio regionale e in questi sette giorni vogliamo darne prova tangibile.

Sono molto soddisfatto e aggiungo orgoglioso, del lavoro fatto in questi mesi, un lavoro che da lunedì ci permetterà di essere capitale della cultura con oltre trenta iniziative: sette spettacoli al Teatro della Concordia, sei menù dialettali, quattro conferenze, quattro presentazioni di libri, quattro cene speciali nei nostri ristoranti, tre eventi nelle nostre preziose cantine, due escursioni, una mostra d’arte, la poesia diffusa, l’accensione del forno pubblico di Stacciola, il lancio del formaggio e la sagra delle sagre”.

Così Anna Maria Sabattini, assessore alla Cultura di San Costanzo: “Ringraziamo fortemente il Comune di Pesaro per aver reso tutta la Provincia ed i 50 Comuni protagonisti di questo meraviglioso viaggio all’interno de “La natura della cultura”. Assieme al Sindaco Sorcinelli e all’artista Nicola Gaggi, abbiamo da subito pensato ad un cartellone di eventi e iniziative che non fosse calato dall’alto, ma realizzato a più mani, coinvolgendo associazioni, artisti, ristoranti, cantine, etc., e che valorizzasse i vari aspetti del nostro straordinario territorio (la storia, le tradizioni, i luoghi, i suoni). Un progetto volto a promuovere il territorio comunale di San Costanzo in maniera dinamica e, dove possibile, partecipativa da parte dei visitatori. Come Pesaro insegna, la Settimana della Cultura deve essere vista non come un episodio a sé stante, ma una grande occasione replicabile come appuntamento fisso nei mesi o negli anni successivi, per incrementare la sinergia sociale, farci conoscere di più e per promuovere le nostre eccellenze più belle”.

Sottolinea l’artista Nicola Gaggi referente per il progetto di San Costanzo: Quando abbiamo cominciato questa avventura, per prima cosa ci è venuto in mente il fuoco. Il fuoco della passione di tanti cittadini che, uniti nelle numerose associazioni, propongono iniziative e manifestazioni lungo tutto il corso dell’anno, promuovendo il territorio e tenendo vive tradizioni locali; il fuoco dei paioli della sagra polentara, dei forni di Stacciola, della brace e dei fornelli di ristoranti ormai storici; il fuoco dove, idealmente, gli uomini, da tempo immemorabile si ritrovano per stare insieme e progettare. Il programma infatti tende anche all’incontro delle varie realtà, in cui il gusto della cultura e la cultura del gusto collaborano insieme per creare eventi che superino la descrizione del territorio e delle sue attività, stimolando una sinergia tra i tanti attori presenti, che faccia da trampolino di lancio per una valorizzazione e promozione del territorio più incisiva e con più ampie possibilità di sviluppo. Quindi ci saranno eventi in cui il momento culturale sarà allietato dalla degustazione di prodotti locali, ma anche in cui questi diversi elementi si fonderanno per creare degli “unicum” che siano esempio e sprone per un nuovo modo di intendere la valorizzazione e promozione del territorio (si veda, ad esempio, la serata “La cucina dialettale incontra la musica dialettale – incontro fra narrazione e musica con Rolando Ramoscelli e la Borghetti Bugaron Band)”.

Alla conferenza presente anche una delegazione dei Volontarx Pesaro 2024. Al termine, il Comune di San Costanzo ha offerto un gustoso aperitivo con le specialità locali.

IL CALENDARIO
San Costanzo “Il gusto della cultura, la cultura del gusto” 18 – 24 marzo 2024
Lunedì 18 marzo

< ore 18:00 Palazzo Cassi

Apertura mostra pittorica “Le mie campagne” dell’artista Alfio Montanari. Artista locale, che ha ottenuto dal 1965 numerosi riconoscimenti.  Info visite: Punto IAT, Piazza Perticari, 0721.1799060 / 340 0796684 iat@sancostanzoturismo.pu.it

< ore 19:00 Biblioteca Comunale “Don Antonio Betti”

Sorsi di territorio Degustazione letteraria a cura di Sistema Bibliotecario COMETA (Associazione delle arti), in collaborazione con le aziende vitivinicole del territorio. Info 351 7340503 biblioteche.cometa@gmail.com

< ore 21 Teatro Comunale “Della Concordia”

Uno, due, tre…Cabaret!!! Varieta’ di Circo Contemporaneo”, a cura del Collettivo Spazio Ortica (Associazione Mestieri Misti APS). Con sei artisti professionisti attivi in diverse discipline (teatro, musica, giocoleria, teatro di figura, clownerie). Info e biglietti: Punto IAT, Piazza Perticari 0721.1799060 – 340 0796684 / AMAT / vivaticket.com

Martedì 19 marzo

< ore 19:00 Circolo ARCI “P. Paolini”

Un pezzo meraviglioso di creato Un “breve viaggio sentimentale” in terra marchigiana attraverso le parole e le immagini di grandi autrici, autori e artisti del passato e del presente. Segue piccolo aperitivo. Info 347 1940134

< ore 21:00 Biblioteca Comunale “Don Antonio Betti”

Pinky incontra il gruppo di lettura Incontro del gruppo di lettura “Ioleggoquicerasa” e presentazione del libro di Massimo Conti Pinky in vespa. Info 351 7340503 biblioteche.cometa@gmail.com

< ore 21:00 Teatro Comunale “Della Concordia”

Lascerei respirare le colline spettacolo dall’omonimo libro di Paolo Sorcinelli (Mondadori, 2008), a cura di Centripeta. Un paese marchigiano di fronte al mare in cui centoventi abitanti, su un totale di 4000, hanno deciso di “raccontare” e di “raccontarsi” di fronte ad una telecamera digitale fra il 2005 e il 2006. Info e biglietti: Punto IAT, Piazza Perticari, 0721 1799060 – 340 0796684/AMAT/ vivaticket.com

Mercoledì 20 marzo

< ore 18:00 Cantina “Bruscia” Azienda Agricola

Presentazione del libro Bianchello del Metauro. La storia, il territorio, i vignaioli di Gianluigi Garattoni, alla presenza dell’autore e dei vignaioli di San Costanzo. Segue degustazione. Info 0721 954801 / 379 1847494 info@brusciavini.it

< ore 20:00 Ristorante Agriturismo “Divin Amore”

La pista del maiale e la tradizione marchigiana” Cena con degustazione di antichi piatti contadini per mantenere vive le tradizioni marchigiane di un tempo. Animazione con i canti propiziatori del gruppo “I Pasquellanti”. Prezzo €33 prenotazione obbligatoria: 0721 935011 / 320 3614881

< ore 21:00 Teatro Comunale “Della Concordia”

La natura dei suoni – fiati in concerto del Complesso bandistico dell’Associazione musicale “La Concordia” APS. Info e biglietti: biglietto di cortesia €.3,00 – Punto IAT, Piazza Perticari, 0721 1799060 – 340 0796684 / AMAT / vivaticket.com

Giovedì 21 marzo

< ore 17:00 Biblioteca Comunale “Don Antonio Betti”

Presentazione del libro Asadullah di Alessandro Goffi Info 351 7340503 / biblioteche.cometa@gmail.com

< ore 18:00 Biblioteca Comunale “Don Antonio Betti”

Parte teorica della scuola della “Crescia dla staciola”. A cura della locale L.U.I.S. (Libera Università Interculturale Stacciolana), in lingua italiana e inglese. Info  353 4308632

< ore 20:00 Ristorante “Da Rolando”

La cucina dialettale incontra la musica dialettale Lo storico ristorante “Cucina dialettale”, nella persona di Rolando Ramoscelli, ambasciatore della cucina marchigiana e Oscar della ristorazione, incontra la “Borghetti Bugaron Band”. Durante la serata Rolando e i “Bugaron” si alterneranno, tra racconti, ricette e canzoni, degustando la cucina dialettale di Rolando, Palmina e Roberta. Prezzo con vini inclusi €30. Prenotazione obbligatoria: 0721 950990

< ore 21:00 Teatro Comunale “Della Concordia”

Il treno – Quando i comunisti mangiavano i bambini, spettacolo a cura della Compagnia “I Fanigiulesi”, testo di Fabio Brunetti e regia di Glauco Faroni. 1946/1947, dopoguerra in Italia. Macerie e miseria ma scatta la solidarietà: chi può mette a disposizione di chi non ha, cibo, calore, affetto. 70mila bambini (soprattutto del sud) vengono ospitati per qualche mese da famiglie dell’Italia centrale. Vive e racconta quell’esperienza Alteo Giacobbi di Sezze (Latina). Interventi dei burattini di Francesca Montanari. Info e biglietti: Biglietto di cortesia €.3,00 – Punto IAT, Piazza Perticari, 0721 1799060 – 340 0796684 / AMAT / vivaticket.com

Venerdì 22 marzo

< Ore 15:00 Stacciola

Crescia dla staciola” … un prodotto culturale! Sarà possibile mettere le mani in pasta, in maniera diretta, per preparare la “Crescia dla Staciola” (“prodotto tipico regionale”), assieme agli “impastatori” e alle cuoche di Stacciola, per poi assistere alla cottura da parte dei fornai nei forni a legna (ben quattro, di cui uno storico, risalente al ‘700). Segue cena con crescia, salumi, formaggi, verdure e vini locali, allietata da musica dal vivo in acustico. Partecipazione alla scuola e alla cena su prenotazione al prezzo di €20 (max 30 partecipanti). Prenotazione obbligatoria: 353 4308632

< ore 18:00 Cantina “Bruscia” Azienda Agricola

Bianchello e incrocio Bruni – Viaggio tra storia e sapori Presentazione del libro Incrocio Bruni 54 – un vitigno marchigiano con l’autore Raffaele Papi. Info 0721.954801 /379 1847494 –  info@brusciavini.it

< ore 19:00 Cantina “Bruscia” Azienda Agricola

Il conte Giulio Perticari: Il personaggio e la Bolla Incontro a cura dello scrittore, storico ed enogastronomo Alfredo Antonaros, del sommelier e delegato AIS Pesaro Raffaele Papi e dell’enologo David Soverchia. Piccolo rinfresco con degustazione e assaggio della pasta Bruscia. Prezzo €10,00, prenotazione obbligatoria: 0721 954801/379 1847494 – info@brusciavini.it

< ore 20:00 Ristorante “Locanda La Cerasa”

Il quinto quarto: l’eroe buono che salvera’ il mondo Alla ricerca di un nesso tra tradizione e sostenibilità, le due sfide della ristorazione nel terzo millennio, con la proposta dei tre pilastri culinari della locanda: il diaframma di manzo, la trippa marchigiana, gli spiedini di fegatello, accompagnati dai vini delle cantine locali. Prezzo con vini inclusi da €7.50 a €19 Prenotazione obbligatoria: 0721 935117 locandacerasa@gmail.com

< ore 21:00 Teatro Comunale “Della Concordia”

Anico’ de venerdì commedia dialettale a cura dell’Associazione ASD Nuova Cerasa.

Info e biglietti: biglietto di cortesia €.3,00 – Punto IAT, Piazza Perticari, 0721 1799060 – 340 0796684 / AMAT / vivaticket.com

Sabato 23 marzo

< ore 9:00 Sala consiliare “Filippo Montesi” c/o il Municipio

Presentazione del progetto di Pesaro 2024 “Botanica Partecipata“: partecipazione attiva e di educazione alla cittadinanza ecologica e sostenibile per le scuole. Le classi della Scuola Secondaria di I° grado “V. Monti” partecipano al progetto nel parco antistante il plesso scolastico. La finalità è di unire Arte, Natura e Tecnologia per realizzare percorsi botanici, organizzare gli spazi con piantumazioni, mappare le piante e tabellarle con QRcode, in collegamento con un erbario online multilingue creato dai ragazzi. Il prodotto finale sarà la realizzazione di camminamenti botanici, in cui “Il parco si racconta” utilizzando anche piccoli podcast.

< ore 9:00 San Costanzo, Cerasa, Stacciola

Tour cicloturistico guidato in e-bike Per trascorrere il proprio tempo libero in bicicletta e vivere il territorio. Alla pedalata si aggiungeranno vari tipi di esperienze: visite ai borghi, visita a Palazzo Cassi e al Teatro “Della Concordia”, degustazione in una cantina del territorio. Prezzo da 15€ (senza noleggio) a 45€ (con noleggio e-bike e casco). Info e noleggio e-bike: 351 6569683 www.enjoybike.it

< ore 13:30 via Tufi e via del Bagnolo

Gara di lancio del formaggio a squadre Sport tradizionale riconosciuto dal Coni fin dal 1988 che affonda le radici nella tradizione rurale del territorio. Si gioca su strade sterrate che si prestano magnificamente a questa antica disciplina. Le squadre verranno formate da una commissione tecnica che avrà il compito di creare gruppi equilibrati tra esperti e inesperti. Il divertimento è assicurato. Quota di iscrizione €18, iscrizione obbligatoria: 347 1940134

< ore 16:00 Cantina “Sor Rico”

Sulle vie di Asdrubale’ presentazione del murales dedicato alla battaglia del Metauro di Agrà, alla presenza dell’autore Natale Patrizi. Degustazione del Bianchello del Metauro DOC classico, bollicine e barricato. Prezzo da 20€ Prenotazione obbligatoria: 320 8419306

< ore 17:00 Teatro Comunale “Della Concordia”

Storie nell’armadio – Lagrù/spettacolo ‘Andar per fiabe’

Due attori si avvicinano ad uno strano armadio comparso all’improvviso. Che cosa ci sarà dentro? Info e biglietti: Prezzi 5€ adulti e bambini, ridotto 0-3 anni €1.50 – Punto IAT, piazza Perticari, 0721 1799060 – 340 0796684 / AMAT / vivaticket.com

< ore 17:30 Sala consiliare “F. Montesi” c/o il Municipio

Siamo ancora umani? conferenza, intervengono padre Gianni Giacomelli (Congregazione benedettina camaldolese, Monastero Fonte Avellana) e i professori universitari Luigi Alfieri e Peter Kammerer, modera Fiorenzo Martini. A cura del Sistema Bibliotecario Cometa (Associazione delle arti). Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

< ore 18:30 Piazza Perticari

“Sagra delle sagre, tutti insieme appassionatamente” Con i piatti tipici delle feste: Polenta di san costanzo – Pro Loco San Costanzo, Crescia d’la stacciola- Pro Loco Stacciola Viva, Trippa cerasana – ASC Cerasa, Stufato di cinghiale – ASD Nuova Cerasa, Dolci della tradizione – Associazione Pensionati Cerasa. Animazione musicale del gruppo “La Matta” di San Costanzo, accompagnato dai bambini della Scuola dell’Infanzia Marchini di San Costanzo e della Scuola dell’infanzia di Cerasa. Canti di questua del gruppo “I Pasquellanti”. In caso di maltempo l’iniziativa si svolgerà domenica 24 marzo dalle ore 11:30.

Domenica 24 marzo

< ore 8:30 via Tufi

Finalissima della gara di lancio del formaggio a squadre. Segue premiazione presso il Circolo Arci “P. Paolini”.

< ore 9:00 Cerasa

Passeggiata tra le colline cerasane. Camminata nella natura, a cura delle associazioni di Cerasa (Ass. Pensionati, ASC Cerasa, ASD Nuova Cerasa), con momento dedicato alla lettura, in collaborazione con la Biblioteca e con il gruppo di lettura Ioleggoquicerasa e sosta presso l’Azienda Agraria “Guerrieri”. Info 328 2234352

< ore 12:30 Ristorante “Mar y Sierra”

Il quinto quarto e dintorni (la cucina del dimenticato) … Dalle tradizioni alle innovazioni Menù della tradizione con prodotti legati al territorio. Prenotazione obbligatoria: 333 9288732 –  info@marysierra.it

< ore 17:00 Teatro Comunale “Della Concordia”

La cena prima delle prove Spettacolo tutto al femminile con sette attrici che discutono sulla bellezza e sul dolore dell’essere femmina, nello spazio sospeso dell’attesa di una cena a casa del regista prima delle prove del nuovo spettacolo. Info e biglietti: biglietto di cortesia €.3,00 – Punto IAT, piazza Perticari, 0721 1799060 – 340 0796684 / AMAT / vivaticket.com

< ore 18:00 Chiesa di San Lorenzo Martire, piazza IV Novembre, Cerasa

Concerto d’organo del M° Giovannimaria Perrucci sul pregiato strumento musicale ad aria, realizzato da Gaetano Callido intorno al 1784. A seguire una degustazione di prodotti pasquali, a cura delle Associazioni di Cerasa. Ingresso gratuito. Info 349 0547890

< ore 18.30 Ristorante Da Rolando Cucina Dialettale

Cosa c’è DOP alla scoperta del nostro capitale gastronomico, conduce il sommelier Otello Renzi info 0721 950990

Alla scoperta di Piobbico

Piobbico

Dall’11 al 17 marzo è il Comune di Piobbico il nuovo protagonista di ‘50×50: Capitali al quadrato’, il progetto simbolo di Pesaro 2024 che vede i cinquanta Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino, a turno, Capitale per una settimana lungo il 2024; special partner ‘50×50 Capitali al quadrato’ Banca di Pesaro – Credito Cooperativo.

Il programma si intitola ‘Piobbico…in Rinascimento’ e ruota attorno al Castello Brancaleoni – dove avverrà la maggior parte degli eventi – luogo simbolo di Piobbico la cui origine risale al Rinascimento, e alla natura con la montagna, elemento che connota questa parte della provincia; un elemento importante è anche il coinvolgimento delle scuole. In calendario, teatro, presentazioni editoriali, musica con il Conservatorio Rossini di Pesaro, percorsi guidati da giovani Ciceroni grazie al FAI, trekking, laboratori per i più piccoli e tour alla scoperta di antichi sapori grazie al coinvolgimento dell’Istituto Alberghiero Giuseppe Celli, fiore all’occhiello del territorio. Al programma collabora anche la delegazione di Pesaro e Urbino del Fai chiamata in campo da Pesaro 2024 – proprio a partire da Piobbico – per attivare iniziative con le città del progetto ‘50×50’. Presenti anche gli immancabili appuntamenti di Cosa c’è DOP.

Alla conferenza erano presenti: Daniele Vimini vicesindaco e assessore alla Bellezza del Comune di Pesaro; per il Comune di Piobbico il sindaco Alessandro Urbini, Matteo Martinelli consigliere regionale e presidente della Proloco, l’assessora Donatella Santini, la consigliera comunale Silvia FormicaFiammetta Malpassi capo delegazione Pesaro e Urbino del FAI; Valentina Marchetti referente del progetto di Pesaro 2024 ‘Cosa c’è DOP’.

Ha introdotto Daniele Vimini: “Ringrazio Piobbico per avere aderito con entusiasmo. Ogni settimana rimarchiamo la grande attenzione dei vari Comuni nell’aderire al progetto 50×50 ma anche il modo in cui stanno centrando l’obiettivo che ci eravamo dati: e cioè creare maggiore consapevolezza – a partire dagli stessi abitanti – per la bellezza della provincia; dunque un invito a visitare il nostro territorio. E poi l’altro obiettivo centrato è quello di coinvolgere le associazioni, le scuole, le realtà sportive e quelle del mondo enogastronomico, che sono poi quelle che fanno da volano alle iniziative culturali. E soprattutto nel caso di Piobbico il lavoro fatto permetterà non solo di accendere un faro particolare sulla settimana prossima ma anche di immaginarsi iniziative che possano essere replicabili anche in altri periodi dell’anno, unendo più comuni della provincia. Molto centrato anche il tema del Rinascimento che consente di connettere la Settimana da Capitale con la cultura e la storia che ha generato tutto questo. Mi piace sottolineare che Piobbico ha colto anche l’indicazione suggerita fin dal primo incontro di Fonte Avellana: ovvero quello di assumersi – ciascuno per la propria zona – anche il ruolo di collegamento con le regioni di vicine, in questo caso con l’Umbria, dunque un modo di lavorare a rete. Un lavoro di rete è anche quello che sta alla base della Card Pesaro Capitale cui il Castello Brancaleoni ha aderito entrando quindi nell’offerta museale ampia che sta prendendo forma con Pesaro 2024″.

Per il sindaco Alessandro Urbini,‘50×50 è un momento grazie al quale anche i territori dell’entroterra possono essere protagonisti. Quello che si potrà vivere a Piobbico sarà un viaggio nella cultura abbinata a ciò che più ci rappresenta e contraddistingue: natura, storia, arte. Il tutto si arricchisce con eventi di teatro, lettura e gusto i quali non faranno altro che portare ulteriore qualità alla nostra settimana di Co-Capitale della Cultura”.

Matteo Martinelli ha illustrato nel dettaglio il programma caratterizzato dall’hastag ‘la cultura che si abbina’ immaginando appunto la cultura che si può abbinare ad altri cluster come la natura, il teatro, l’arte, la storia, la musica, la lettura collaborando con tante realtà con cui si collabora tutto l’anno e con un dialogo anche extraregionale con l’Umbria. Il risultato è un calendario variegato.

Donatella Santini ha fatto un invito a visitare Piobbico la prossima settimana ma anche durante tutto l’anno “perché è un paese ospitale da tanti punti di vista a partire dall’accoglienza della gente e a visitare il Castello Brancaleoni così ricco di eventi fra cui ciascuno può scegliere quello a lui più congeniale”.

Ha continuato Fiammetta Malpassi: “Abbiamo accolto l’invito dell’assessore Vimini ad essere presenti nelle città della provincia coinvolte dal progetto 50×50 nella loro settimana. Non riusciremo ad essere in tutte le città; la prima che vede la nostra collaborazione è Piobbico con cui già collaboriamo da tanto tempo. Mettiamo in campo alcuni dei progetti a noi più cari come gli studenti delle scuole che diventano Ciceroni facendo da guida e poi il coinvolgimento del Conservatorio Rossini che ci farà compagnia nelle varie capitali”.

Valentina Marchetti ha ricordato i due appuntamenti di Piobbico di ‘Cosa c’è DOP’, “progetto che vuole unire in rete 100 bar della provincia che raccontano che cosa succede, cosa c’è da vedere e cosa c’è da mangiare in provincia con le eccellenze enogastronomiche. E che promuovono le nostre DOP: il prosciutto di Carpegna, la casciotta di Urbino, l’olio di Cartoceto da raccontare abbinati ad un bicchiere di vino o una buona birra; dunque per raccontare la cultura a livello enogastronomico”.

Piobbico… in Rinascimento

11-17 marzo 2024

Calendario

Martedì 12 marzo ore 21 Sala Consiliare

#culturaeTEATRO

‘Il coccodrillo” spettacolo teatrale, una produzione di Realtà Teatrale Skenexodia – Luca Guerini. Lo spettacolo sarà anticipato da una riflessione sul paragone tra il testo di Dostoevskij e “Il Principe” di Niccolò Machiavelli.

Giovedì 14 marzo ore 9-13 Castello Brancaleoni

#culturaeSAPORE

“Alla scoperta di Antichi Sapori” in collaborazione con Polo G. Celli – I.P.S.S.A.R Piobbico. Il pubblico sarà guidato alla scoperta dei segreti e degli antichi sapori di Piobbico al tempo della casata Brancaleoni. Attraverso l’organizzazione di tour guidati e di attività ludiche del passato ci si rivolgerà ad un pubblico giovane. Conclusione con un assaggio di pietanze a tema rinascimentale preparate dagli alunni della scuola.

ingresso Gratuito

Venerdì 15 marzo

< ore 18 Biblioteca Comunale “A. Vagnarelli”

#culturaeLETTURA

Presentazione del libro di Elisabetta Pierini Notte in collaborazione con Associazione Hortus, modera il professore Michele Bonatti.

< ore 18 I stravizi del Regul (via Roma 4)

Cosa c’è DOP alla scoperta del nostro capitale gastronomico, conduce il sommelier Raffaele Papi info 338 9763202

< ore 21 Sala Consiliare (viale dei Caduti)

#culturaeTEATRO

“Destinatario Sconosciuto” spettacolo teatrale in collaborazione con Officina delle Arti APS. Tratto da una storia vera, il racconto è basato su alcune lettere autentiche tra un ebreo americano e il suo ex socio in affari di nazionalità tedesca. Da un rapporto di amicizia e di affetto fraterno, i rapporti tra i due si incrinano con l’ascesa al potere di Adolf Hitler. Ingresso gratuito

Sabato 16 marzo

< Sentieri del Monte Nerone

#culturaeNATURA

“Le bellezze naturali che circondano Piobbico” trekking. Entro mercoledì 13 marzo (in funzione delle previsioni meteo) saranno resi noti i dettagli dell’evento con indicazione di itinerario, grado di difficoltà, orario e punto di ritrovo alla pagina Facebook Gianluca Dormicchi Natura Trekking Marche, info e prenotazioni 339 3734504 Gianluca

< ore10-12:30 e 15-18:30 Centro Storico e Borgo

#culturaeSTORIA

“Alla scoperta del Borgo con i giovani ciceroni” in collaborazione con FAI/Delegazione Pesaro-Urbino. Gli alunni della scuola secondaria di primo grado di Piobbico, preparati dai loro docenti, si cimenteranno nell’esperienza di giovani ciceroni lungo un percorso che toccherà i luoghi principali, con partenza dalla Macina da Guado in via Roma per terminare alla chiesa di San Pietro nell’omonima piazzetta. Partecipazione gratuita.

< ore 12 Tripfood (via Kennedy 11)

Cosa c’è DOP alla scoperta del nostro capitale gastronomico, conduce il sommelier Raffaele Papi info 331 6652307

Domenica 17 marzo

< ore10-12:30 e 15-18:30 Centro Storico e borgo

#culturaeSTORIA

“Alla scoperta del Borgo con i giovani ciceroni” in collaborazione con FAI/Delegazione Pesaro-Urbino. Gli alunni della scuola secondaria di primo grado di Piobbico, preparati dai loro docenti, si cimenteranno nell’esperienza di giovani ciceroni lungo un percorso che toccherà i luoghi principali, con partenza dalla Macina da Guado in via Roma per terminare alla chiesa di San Pietro nell’omonima piazzetta. Partecipazione gratuita.

< ore 12 Castello Brancaleoni/Sala Lunga

#culturaeMUSICA

“Concerto a Corte Brancaleoni” in collaborazione con Conservatorio Rossini di Pesaro

Quattro allievi del Conservatorio per un concerto che inonderà le stanze del palazzo di eleganti suoni e dolci note.

Info e prenotazioni 333 7922408

< ore 14:30-15:30, 16-17 Castello Brancaleoni

#culturaeARTE

“Ceramica e Rinascimento” – Laboratorio per bambini

Immersi nell’atmosfera storica del Castello e guidati da Linda Zepponi esperta artigiana, i piccoli artisti avranno l’opportunità di decorare mattonelle di forma ovale in terracotta trasformandole in opere d’arte uniche e prendendo ispirazione dall’arte rinascimentale che riguarderà il Palio dei Brancaleoni e gli stemmi dei 4 rioni; un’occasione per imparare la pittura a freddo su terracotta. Ingresso gratuito, Info e prenotazioni 333 7922408

< ore 15:30 Castello Brancaleoni

#culturaeSCOPERTA

“La Casata Brancaleoni e la sua Storia” in collaborazione con la guida turistica professionale Daniela Rossi. Visita guidata del castello e dell’omonimo Museo Civico alla scoperta delle stanze svelando le curiosità e le peculiarità più emozionanti. Info e prenotazioni 333 3886193 (Daniela Rossi)

Alla scoperta di Fano, sesta Capitale al quadrato

Fano

Dopo Vallefoglia, Petriano, Apecchio, Pergola e Urbania, dal 3 al 10 marzo è il Comune di Fano il sesto protagonista di ‘50×50: Capitali al quadrato’, il progetto simbolo di Pesaro 2024 che vede i cinquanta Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino, a turno, Capitale per una settimana lungo il 2024; special partner ‘50×50 Capitali al quadrato’ Banca di Pesaro – Credito Cooperativo. Oltre 60 gli appuntamenti in calendario per un programma ricchissimo che parte già da domenica 3 marzo e spazia tra arte, ambiente, archeologia, letture e laboratori per grandi e bambini, presentazioni editoriali e molto altro come evidenzia molto bene il titolo: ‘Naturalmente culturali’. ‘Non manca l’enogastronomia – eccellenza assoluta di questa parte di territorio delle Marche – con tre nuovi appuntamenti di Cosa c’è DOP.

Così il vicesindaco e assessore alla Bellezza Daniele Vimini: “È un gioco di squadra quello tra Pesaro e Fano e il progetto ‘50×50 Capitali al quadrato’ sta funzionando benissimo: i Comuni stanno facendo programmi stimolanti e innovativi che coinvolgono la cittadinanza e le realtà culturali. In questo quadro, è chiaro che Fano non è un Comune come gli altri nel senso che è la seconda città della provincia, la terza delle Marche e soprattutto è stata l’ultima finalista regionale prima della vittoria di Pesaro a Capitale della Cultura. A Fano va il merito di aver tenuto insieme un programma che prima di tutto è molto ricco, che tiene insieme gli elementi imprescindibili della città – dall’archeologia al tema legato al Carnevale fino al lavoro fatto sugli asset principali come la lettura e i libri, i bambini, e propone anche un programma innovativo impostato sull’economia circolare dunque molto in linea con quello che è lo spunto dato dal dossier di Pesaro 2024 di tenere natura, cultura, tecnologia e sostenibilità al centro delle progettualità. Dunque siamo grati a Fano per aver messo un accento così importante all’avvio del terzo mese da Capitale Italiana della cultura”.

Continua Massimo Seri, sindaco di Fano: “La settimana della Cultura dedicata a Fano porta il titolo di ‘Naturalmente culturali’ perché Fano è “naturalmente culturale” grazie al grande patrimonio artistico e monumentale che custodisce e grazie al grande patrimonio umano composto da più di 300 associazioni che tra cultura, ambiente e sociale animano la vita della città durante tutto l’anno. Una settimana per raccontare questa vitalità e aprire le porte ad una stagione estiva che da sempre si distingue per la sua qualità. Al centro di questa settimana ci saranno concerti, spettacoli teatrali, mostre e convegni. Sarà rilanciata la mostra “Pietro Perugino a Fano. Primus pictor in orbe” che ha avuto numeri importanti. Fano è la “città delle bambine e dei bambini” e presenteremo un catalogo della mostra dedicato proprio ai più piccoli. Ci saranno inoltre incontri di alto contenuto scientifico in cui raccontare l’importante restauro della Pala Durante e le straordinarie novità emerse.

Il Teatro della Fortuna diventa luogo centrale, ospitando eventi e spettacoli. Parleremo di parità di genere, di giovani, per tracciare un collegamento tra passato e futuro. In questa settimana, in linea con il focus di Pesaro “la natura della cultura” Fano ospiterà la prima edizione Marchigiana di Circonomia, il Festival dell’economia circolare e della transizione ecologica, che ha già una visione lungimirante per il futuro e che parte da una grande attenzione al territorio, perché non esiste economia circolare senza un territorio di riferimento. Fano svolgerà un ruolo sempre più cruciale nella transizione ecologica poiché la sua economia è da tempo caratterizzata da un sistema virtuoso di economia green. Il Festival, attraverso il ricco calendario di eventi e grazie a autorevoli ospiti, offrirà un mix innovativo tra cultura e ambiente, che sono i cardini per superare le sfide future e trasformare l’economia in una grande opportunità per le persone e per il pianeta”.

La settimana si concluderà con un concerto a cura dell’Orchestra Sinfonica Rossini, diventata da poco ICO Istruzione Concertistica Orchestrale, che il 10 marzo attraverso prove d’orchestra “spettacolari” racconterà al pubblico cosa c’è dietro una sinfonia. Siamo certi che questo programma saprà offrire un contributo importantissimo alle celebrazioni di Pesaro Capitale italiana della cultura 2024. Crediamo, infatti, che sia un programma capace di sperimentare un nuovo modello che guarda al futuro e che coinvolge istituzioni, imprese e comunità”.

CALENDARIO

FANO/NATURALMENTE CULTURALI

3-10 marzo 2024

Anteprima domenica 3 marzo

< ore 11 Sala della cultura via Arco d’Augusto, 81 Inaugurazione nuova sala della cultura con evento dedicato a Leandro Castellani, proiezione del documentario autobiografico “Fabbricante di Immagini” e intervista al regista

< ore 16:00 – 20.00 Museo della Batteria Via Albertario, 77/D Visita musicale Dai primi del 900 agli anni 80. Museo aperto gratuitamente per la settimana della Cultura dedicata a Fano. Il Direttore Daniele Carboni e i Maestri batteristi dell’Ass.ne Culturale “Luciano Bonfitto” guideranno e racconteranno la storia dello strumento più antico suonato dall’uomo inoltre suoneranno e faranno suonare a tutti visitatori che lo richiederanno alcuni dei set di batterie esposti.

< ore 16:00 Cinema teatro Politeama (via Arco d’Augusto, 57) Inaugurazione mostra fotografica “Natura e cultura nella città di Vitruvio” a cura di “Obiettivi Fanesi”, circolo di fotografi amatoriali della città che rivisita 23 tra i luoghi storici di Fano, senza dimenticare alcune delle più importanti manifestazioni popolari della città

< ore 16:30 Museo Archeologico e Pinacoteca del Palazzo Malatestiano (piazza XX Settembre) Domeniche al museo – laboratorio per bambini caccia alla traccia nella Pala di Durante si cela un’intrusa! È un’impronta digitale talmente piccola che scovarla sembra quasi impossibile… ma di chi è? Del maestro Perugino o dell’allievo Raffaello? Scopriremo insieme i misteri e gli aneddoti nascosti dentro quest’opera, completando la visita con un laboratorio dedicato alle impronte misteriose.

< ore 17:00 Sala della cultura (via Arco d’Augusto, 81) presentazione del libro Omaggio al Metauro e altri fiumi italiani (Consiglio Regionale delle Marche, 2023) a cura di Centrale Fotografia. Interventi di: Vanessa Lani archeologa, il Francesco Bocchino geologo, Massimo Bini geografo letterario e altri.

< ore 18:15 sale interne del “Caffè Centrale di Fano” Inaugurazione mostra fotografica “PESARO IN UN OGGETTO immagini e visioni dalla capitale italiana della cultura 2024” presso “Caffè Centrale di Fano” e presso la galleria a cielo aperto di piazza Amiani a Fano “CentralEdicola”, con l’intervento di Cora Fattori Assessore alla Cultura del Comune di Fano

< ore 19:00 Sala della cultura (via Arco d’Augusto, 81) presentazione del libro di Claudia Romagna Il mio fiore all’occhiello: un racconto autobiografico con la storia di una famiglia che affronta ed accoglie la diversità.

Lunedì 4 marzo

< Ore 14.30-17.00 Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 SPAZIO WOODENHOUSE Cantiere evento montaggio struttura wooden houses.

Performance urbana con il Montaggio della struttura in legno a cura della società Woodenhouse. La struttura moderna dialogherà con la storicità della Corte malatestiana. Una struttura in legno, leggera e moderna che per un mese ospiterà laboratori per bambini, letture e tanto altro. IL montaggio diventa esso stesso momento culturale di formazione. – CREAZIONE DELLO SPAZIO WOODENHOUSE

< Ore 15.30 Inaugurazione Sala della cultura (via Arco d’Augusto, 81)

Inaugurazione dell’installazione che illustra l’attività storica dell’Associazione Mille Voci e l’impatto culturale importante che ha avuto nella città di Fano

< ore 16.00 chiesa di santa Maria del Gonfalone (via Rinalducci) Laboratorio 4 ore di formazione per il Coro Gospel con il direttore Gianluca Sambataro, di fama nazionale, che insegnerà al coro nuovi brani e modalità di interpretazione per poi esibirli durante il concerto

< ore 16.00 Sala della cultura (via Arco d’Augusto, 81) Laboratorio per bambini a cura dell’associazione AGFI ODV, un laboratorio verso l’inclusione, per imparare facendo.

< ore 17.00 MEMO – Mediateca Montanari (piazza Pier Maria Amiani) inaugurazione della mostra fotografica “Le Pagine del Diario Ucraino” (4-17 marzo) organizzata dalla Comunità Ucraina di Fano con l’associazione Apito.

< ore 17.30 via Vitruvio, 9 Visita alla Fano Sotterranea a cura di Archeclub d’Italia sede di Fano, alla scoperta degli edifici romani nei sotterranei di S. Agostino (basilica di Vitruvio?)

< ore 17.00 Sala della cultura (via Arco d’Augusto, 81) Assemblea pubblica della consulta delle associazioni culturali città di Fano, nella nuova sala della cultura di Fano pensata come luogo dedicato alle associazioni e alla crescita culturale, un brainstorming tra le associazioni iscritte alla consulta utile per costruire il programma delle attività future e riflettere sul rapporto con la città

< ore 19.00 Sala della cultura (via Arco d’Augusto, 81) Coro di Voci bianche Incanto di Fano Esecuzione di repertorio di brani corali incentrati su tematiche ambientali e sociali a cura dell’Associazione Incanto

< ore 21.00 chiesa di santa Maria del Gonfalone (via Rinalducci) concerto del Coro Gospel Fano Gospel Choir, diretto dal maestro Gianluca Sambataro.

Martedì 5 marzo

< ore 8.30 – 12.30 Fano Marine Center (viale Adriatico, 1) Visite scolastiche ai laboratori di ricerca di un unicum in Italia che vede la collaborazione di 3 Università e 3 CNR.

< ore 10.30 CIRCONOMIA BCC (sede Piazza XX Settembre) Inaugurazione della mostra “I Calanchi” del pittore Virginio Ridolfi, tra i pezzi esposti la natura suggestiva che ha colpito il celebre regista Wim Wenders.

< ore 11.30 Chiesa di santa Maria del Gonfalone, via Rinalducci conferenza “Fair Play – disabilità – inclusione” lo sport come strumento di integrazione sociale.

< ore 15.00 CIRCONOMIA Sala della cultura (via Arco d’Augusto, 81) Proiezione del docufilm ‘Materia viva’ (durata 65’), prodotto da Libero Produzioni in collaborazione con Erion WEEE per sensibilizzare i cittadini sui temi della sostenibilità, dell’economia circolare e dei RAEE.

< ore 17.00 Sala capitolare Ex Convento San’Agostino, via Vitruvio, 9 Conferenza dibattito “Le Piazze di Fano” Storia, Architettura, verde Urbano, con la collaborazione tra Archeoclub e Legambiente

< ore 18.30 Sala della cultura via Arco d’Augusto, 81 Intervista improbabile L’associazione Letteraria, che da anni fa leggere i ragazzi trasformandoli in raffinati critici letterari, presenta una delle sue interviste impossibili. L’autore di questo appuntamento è il grande scrittore ed intellettuale Jonathan Safran Foer che “risponderà” alle domande dei giovani lettori.

< ore 18.30 Guendalina Coffee & Drink piazza XX Settembre 4 Cosa c’è DOP conduce il sommelier Raffaele Papi, info 333 9138283

< ore 21.00 Teatro della Fortuna di Fano (piazza XX Settembre, 1) Spettacolo CIRCO-NOMIA Fabio Cappa, divulgatore che sta riempendo i teatri delle maggiori città italiane, racconta l’importanza della sostenibilità legata all’economia.

Mercoledì 6 marzo

< ore 10.30 via Vitruvio, 9 Visita alla Fano Sotterranea a cura di Archeclub d’Italia sede di Fano, alla scoperta degli edifici romani nei sotterranei di S. Agostino (basilica di Vitruvio)

< ore 10.30 Museo Diocesano (via Roma, 118) ‘Conosci il museo Diocesano’ Visite al Museo Diocesano e illustrazione dei fondi archivistici musicali (la visita sarà riproposta alle 16.30 e 21.00)

< ore 15.00 – 20.00 Sala Morganti (piazza XX Settembre, 4, ingresso su Via Montevecchio) Open day mostra “Pietro Perugino Primus Pictor in Orbe”

< ore 15.30 Corte Malatestiana (piazza XX Settembre, 4) Spazio Woodenhouse Laboratorio per bambini e adulti a cura dell’UnivPM

<ore 17.00 Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 Spazio Woodenhouse Laboratorio per bambini e adulti a cura dell’UnivPM

< ore 17.00 Sala Fondazione Cassa di Risparmio, via Montevecchio, 114 Conferenza Mostra “Pietro Perugino Primus Pictor in Orbe”, Identikit di un capolavoro: la pala di Fano tra Perugino e il giovane Raffaello.

< ore 17.15 MEMO – Mediateca Montanari Piazza Pier Maria Amiani Presentazione del libro di Giorgia Di Marcantonio Claudio Pavone nello specchio delle sue carte (ed. Bibliografica 2023). L’autrice in dialogo con Marco Labbate e Pierluigi Feliciati. Introduce Matteo Sisti (presidente ANAI Marche). L’incontro è organizzato da ANAI (Associazione Nazionale Archivi Italiani) sezione Marche.

< ore 17.30 Via Vitruvio, 9 Visita alla Fano Sotterranea a cura di Archeclub, alla scoperta del sito archeologico di Sant’Agostino

< ore 21.00 Sala della cultura via Arco d’Augusto, 81 Proiezione del Documentario “African Dreamers” che racconta la storia del riscatto sociale di 5 donne africane, un modo per parlare di Africa, donne e diritti. A cura dell’Associazione L’Africa Chiama ONLUS-ONG

< ore 21.45 Chiesa del Centro Pastrorale Diocesano, via Roma 118 Concerto della Cappella Musicale del Duomo di Fano

Giovedì 7 marzo

< ore 8.30 – 13.00 Cinema teatro Politeama, via Arco d’Augusto, 57 Laboratorio scolastico CIRCONOMIA Parliamo di economia circolare con i ragazzi con il focus “Aria Fresca” sezione young di Circonomia. Tema: “l’industria della moda, criticità, esempi virtuosi e possibili soluzioni”

< ore 10.30 via Vitruvio, 9 Visita alla Fano Sotterranea a cura di Archeclub d’Italia sede di Fano, alla scoperta degli edifici romani nei sotterranei di S. Agostino (basilica di Vitruvio)

< ore 15.30 Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 Spazio Woodenhouse Laboratorio per bambini e adulti a cura dell’UnivPM

< ore 17.00 Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 Laboratorio per bambini alla mostra “Pietro Perugino Primus Pictor in Orbe” e presentazione del catalogo per bambini dedicato alla ostra “Pietro Perugino Primus Pictor in Orbe”.

< ore 17.00 -MEMO – Mediateca Montanari Piazza Pier Maria Amiani “L’equivoco Don Milani” conferenza a cura dell’associazione Università dei Saperi “G. Grimaldi” nell’ambito della rassegna “Don Lorenzo Milani, la figura e l’eredità a cento anni dalla nascita”, a cura del professor Adolfo Scotto Di Luzio (docente ordinario di Storia della Pedagogia presso l’Università degli Studi di Bergamo). Conclusioni a cura del professor Samuele Giombi.

< ore 17.00 CIRCONOMIA Chiesa di santa Maria del Gonfalone, via Rinalducci Intervista ad un imbrattatore ecologista  per capire “perché la vernice?”

< ore 17.00 Sala della cultura via Arco d’Augusto, 81 Convegno “il banchetto di nozze”, il racconto del banchetto di nozze del maggio 1373. Fano e la Corte Malatestiana. Un modo per parlare di storia e il rapporto passato con la sostenibilità ambientale. A cura del Centro Studi Malatestaiani

< ore 17.30 Via Vitruvio, 9 Visita alla Fano Sotterranea a cura di Archeclub, alla scoperta del sito archeologico di Sant’Agostino

< ore 18.30 Sala della cultura via Arco d’Augusto, 81 Convegno CIRCONOMIA Bilanci di sostenibilità e certificazioni ESG – strategie per le imprese a sostegno del territorio

< ore 18.30 CIRCONOMIA Bon Bon caffè in bici per il clima”, chiacchierata con i ricercatori della stazione zoologica Anton Dohrn e Fano Marine Center

< ore 19.00 Darderi Bistrò piazza Andrea Costa 18 Cosa c’è DOP conduce il sommelier Raffaele Papi, info 0721 1704178

< ore 21.00 CIRCONOMIA Chiesa di santa Maria del Gonfalone, via Rinalducci Intervista – Racconto “Da Vitruvio alla rigenerazione urbana” l’architettura al tempo della crisi ecologica. Un racconto del progetto di riqualificazione urbana “Urban Up” con l’archistar Mario Cuccinella.

< ore 21.00 Teatro della Fortuna di Fano, Piazza XX Settembre, 1 Spettacolo teatrale “Tre Sorelle” di Chechov 

Venerdì 8 marzo

< ore 9.30 – CIRCONOMIA Pino Bar, via mura augustee, 11 Colazione scientifica Come sta il Mare Adriatico?’ a cura dell’associazione Fano Unimar

< ore 10.30 via Vitruvio, 9 Visita alla Fano Sotterranea a cura di Archeclub d’Italia sede di Fano, alla scoperta degli edifici romani nei sotterranei di S. Agostino (basilica di Vitruvio?)

< ore 11.00 CIRCONOMIA Teatro della Fortuna di Fano, Piazza XX Settembre, 1 Laboratorio scolastico, Incontro sull’imprenditoria femminile

< ore 15.00 CIRCONOMIA Chiesa di santa Maria del Gonfalone, via Rinalducci Conferenza “No greenwashing”

< 15.30 CIRCONOMIA Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 SPAZIO WOODENHOUSE Laboratorio per bambini “Ada & Zangemann – Una fiaba che parla di software, skate-board e gelato al lampone” A cura di Dario Presutti

< ore 17.00 -CIRCONOMIA Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 SPAZIO WOODENHOUSE Laboratorio per tutti – Rete Insostenibile

< ore 17.00 CIRCONOMIA Sala della cultura via Arco d’Augusto, 81 Conferenza l’“Automotive” alla sfida dell’elettrificazione

< ore 17.30 Via Vitruvio, 9 Visita alla Fano Sotterranea a cura di Archeclub, alla scoperta del sito archeologico di Sant’Agostino

< ore 18.30 Palazzo Bracci Via Garibaldi17, Convegno “Fano tra memorie letterarie e impronta vitruviana” intervengono Lupo Bracci, Nando Cecini, Dino Zacchilli. Letture di Valeria Bertuccioli Momento musicale con la collaborazione del CVS

a cura dell’Associazione AD ASTRA

< ore 18.30 CIRCONOMIA Chiesa di santa Maria del Gonfalone, via Rinalducci Incontro-dibattito Israele e Palestina

< ore 18.30 Foyer Teatro della Fortuna di Fano, Piazza XX Settembre, 1 presentazione del libro “Maria Risorta

< ore 18.30 Caffè del Porto viale Nazario Sauro 270 Cosa c’è DOP conduce il sommelier Otello Renzi info 0721 804579

< ore 19.00 CIRCONOMIA Sala della cultura via Arco d’Augusto, 81 Conferenza Mediterraneo incontaminato tra sogno e realtà

< ore 21.00 Teatro della Fortuna di Fano, Piazza XX Settembre, 1 Spettacolo teatrale “Maria Risorta” e presentazione del libro in collaborazione con Fondazione Teatro della Fortuna

< ore 21.00 Museo Archeologico e Pinacoteca del Palazzo Malatestiano, Piazza XX Settembre, 4 ‘Musica e parole’ Uno spettacolo per presentare il disco di Maestro Pellegrini, chitarrista del noto gruppo musicale Zen Circus, che dialogherà con Lello Landi nella suggestiva cornice della Pinacoteca del Palazzo Malatestiano a cura di Rebel House

Sabato 9 marzo

< ore 9.30 CIRCONOMIA Pino Bar, via Mura augustee, 11 Colazione scientifica “La dieta matrioska della lumaca marina: come ottenere un pasto doppio” a cura dell’associazione Fano Unimar

< ore 9.30 CIRCONOMIA Teatro della Fortuna di Fano, Piazza XX Settembre, 1 Conferenza Rapporto nazionale e regionale sulla transizione ecologica, presentazione del rapporto realizzato ad hoc in occasione del festival

< ore 11.30 CIRCONOMIA Chiesa di santa Maria del Gonfalone, via Rinalducci Conferenza ‘Il ruolo dell’agricoltura nella transizione ecologica’

< ore 15.30 CIRCONOMIA Teatro della Fortuna di Fano, Piazza XX Settembre, 1 – Il Processo Spettacolo “Pranzo di gala o massacro sociale”? Processo alla transizione ecologica

< ore 15.30 CIRCONOMIA Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 Spazio Woodenhouse “Ada & Zangemann laboratorio per bambini Una fiaba che parla di software, skateboard e gelato al lampone” A cura di Dario Presutti

< ore 17.00 Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 Spazio Woodenhouse laboratorio “di erboristeria” per tutti a cura di GAS Fano Fortuna Gruppo di Acquisto Solidale – un gioco per mettere in relazione aspetti ambientali, sociali ed economici

< ore 17.00 Sala della cultura via Arco d’Augusto, 81 Laboratorio per adulti a cura del GAS Fano Fortuna Gruppo di Acquisto Solidale – un gioco per mettere in relazione aspetti ambientali, sociali ed economici

< ore 17.00 Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 SPAZIO WOODENHOUSE Laboratorio di “ERBORISTERIA PER GRANDI E PICCINI” a cura del GAS Fano Fortuna Gruppo di Acquisto Solidale

< ore 17.30 Via Vitruvio, 9 Visita alla Fano Sotterranea a cura di Archeclub, alla scoperta del sito archeologico di Sant’Agostino

< ore 18.00 MEMO – Mediateca Montanari piazza Pier Maria Amiani Dibattito “CURALa salute mentale come tema politico” nell’ambito della rassegna “Con le parole giuste”. Incontro per i 100 anni dalla nascita di Franco Basaglia con il professor John Foot autore del libro “La Repubblica dei matti” e docente all’Università di Bristol, conducono Marco Labbate (ISCOP) e Vito Inserra (Libera.mente)

< ore 18.00 CIRCONOMIA Chiesa di santa Maria del Gonfalone, via Rinalducci “A qualcuno piace caldo” conferenza spettacolo sul clima che cambia a cura del divulgatore Stefano Caserini

< ore 18.00 – Emera libreria indipendente, via Garibaldi 75 Laboratorio di lettura C’è un libro che da sempre ritieni particolarmente significativo o che di recente ti ha entusiasmato? Unisciti a noi e portalo con te per un’esperienza d condivisione e di scoperta tra amanti della lettura

< ore 18.30 -CIRCONOMIA Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 SPAZIO WOODENHOUSE Laboratorio per tutti – Rete Insostenibile a cura di Tommaso Marmo

< ore 21.00 CIRCONOMIA Teatro della Fortuna di Fano, Piazza XX Settembre, 1 Intervista spettacolo a Gianrico Carofiglio a cura di Roberto Della Seta “l’ecologia delle parole”

Domenica 10 marzo

< ore 9.00 CIRCONOMIA Partenza Arco d’Augusto di Fano TOUR & BIKE Circonomia & Bike – pedalare insieme e riflettere sui temi di inquinamento e sfrutta-mento delle risorse a cura di associazione Fiab For Bici

< ore 10.00 – Visita guidata per le famiglie Borgo marinaro “tutti in mare” alla scoperta di Fano e delle sue tradizioni marinare, a cura dell’Associazione Il Ridosso”

< ore 10.30 Museo Archeologico e Pinacoteca del Palazzo Malatestiano (piazza XX Settembre, 4) Domeniche al museo – visita accompagnata al Museo Archeologico e Pinacoteca del Palazzo Malatestiano

< ore 10.30 CIRCONOMIA Pino Bar, via mura augustee, 11 Presentazione del libro di Michela Gaudenzi  Il bambino verde L’educazione ecologica nelle anime giapponesi

< ore 11.30 CIRCONOMIA Chiesa di santa Maria del Gonfalone, via Rinalducci Conferenza ‘La gestione dei rifiuti a servizio dell’economia circolare’

< ore 15.30 CIRCONOMIA Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 Spazio Woodenhouse “Ada & Zangemann – Laboratorio per bambini, Una fiaba che parla di software, skateboard e gelato al lampone” A cura di Dario Presutti

< ore 16.00-20.00 Museo della Batteria VIA Albertario, 77/D Visita musicale Dai primi del 900 agli anni 80. Museo aperto gratuitamente per la settimana della Cultura dedicata a Fano. Il Direttore Daniele Carboni e i Maestri batteristi dell’Ass.ne Culturale “Luciano Bonfitto” guideranno e racconteranno la storia dello strumento più antico  suonato dall’uomo inoltre suoneranno e faranno suonare a tutti visitatori che lo richiederanno alcuni dei set di batterie esposti.

< ore 17.00 CIRCONOMIA Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre, 4 Spazio Woodenhouse Laboratorio per bambini “mani in pasta” GAS Fano Fortuna Gruppo di Acquisto Solidale – un gioco per mettere in relazione aspetti ambientali, sociali ed economici

< ore 17.00 CIRCONOMIA Sala della cultura via Arco d’Augusto, 81 Talk/degustazione Evoluzione e crescita della sostenibilità nella filiera di 3 formaggi DOP

< ore 17.30 MEMO – Mediateca Montanari Piazza Pier Maria Amiani Lettura ad alta voce delle “Novelle rusticane” di Giovanni Verga, nell’ambito della rassegna “Pausa Lettura” a cura di Giorgio Del Moro.

< ore 21.00 Teatro della Fortuna di Fano (piazza XX Settembre, 1) Prove/spettacolo per concludere questa incredibile settimana in cui Fano ha raccontato una parte della sua grande attività culturale. Prove aperte in cui l’Orchestra Sinfonica di Rossini farà scoprire tante curiosità su strumenti e composizioni musicali.