Torna alle news 

Giovedì la finale di Gioachino Rossini Grand Gourmet

Si terrà giovedì 7 marzo, la finale del concorso per istituti alberghieri “Gioachino Rossini Grand Gourmet” ideato per diffondere il verbo della cucina rossiniana e manifestare la natura ‘operosa’ della cultura di Pesaro 2024.

Il concorso parte dalla conoscenza di base del paniere autentico di Rossini – spiega Daniele Vimini, vicesindaco assessore alla Bellezza -. Con questa sfida nazionale, e Capitale, chiediamo alle nuove generazioni di confrontarsi con il gusto del Maestro e, attraverso la formazione e analisi di ingredienti e abbinamenti che amava, fatta in aula, di cimentarsi con piatti che attingono dagli elementi del passato per attualizzarli e renderli gustosi ai palati odierni”.

Gli studenti delle classi terze, quarte e quinte di enogastronomia, cucina, pasticceria, sala e vendita presenteranno alla giuria del concorso piatti originali e moderni, abbinati a un vino e a una musica rossiniana. A farlo saranno studentesse e studenti del Giancarlo De Carolis di Spoleto (“Tortelli in Crescendo” abbinato a un Altobella Doc 2022 dei Colli Maceratesi e a La gazza ladra); dell’Ipsseoa Severo Savioli di Riccione (“Filetto alla Rossini in Riviera adriatica“, abbinato a un Verdicchio dei Castelli di Jesi Coroncino e a Sei sonate a quattro); l’istituto Ugo Mursia di Carini (PA) (Falso cono alla stracciatella con cacao, perle e scaglie di cioccolato“, abbinato a un Verdicchio dei castelli di Jesi classico riserva Docg “Rincrocca” 2020, La Staffa e all’ouverture da La Cenerentola); l’istituto Flora di Pordenone (“Overture Rossiniana” che servirà con un Verdicchio di Matelica Doc sulle note dell’ouverture dall’opera Guglielmo Tell); l’istituto Panzini di Senigallia (“Macaron Rossini“, da pasteggiare con vino e visciole dell’azienda vinicola Landi Luciano ascoltando l’ouverture dall’opera Guglielmo Tell).

A giudicare piatti e abbinamenti sarà la giuria composta da: Elsa Mazzolini de La Madia (presidente); Roberto Franca, dirigente scolastico dell’istituto alberghiero Santa Marta; lo chef Giuseppe Portanova; Eliana Mennillo, contitolare del Rossini Bistrot; Giuseppe Giovanetti, esperto su dimensione ‘gourmet’ di Rossini; Catia Amati, della Fondazione Rossini; Raffaele Papi, sommelier.

Presente alla giornata conclusiva della gara, anche una delegazione dell’istituto alberghiero di Novi Grad Sarajevo.

Gli alunni vincitori si aggiudicheranno il titolo di “Gioachino Rossini Grand Gourmet” e avranno l’opportunità di svolgere uno stage presso il ristorante Portanova di Urbino mentre il loro istituto riceverà 1000 euro in attrezzature da laboratorio di cucina o di sala. A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione all’iniziativa.

Scopri l'evento