Torna alle news 

Una Capitale che balla: musica fino a tarda notte con Gazzè, Casadei e Rosa Chemical

Una festa lunga un giorno e una notte quella che ieri, sabato 20 gennaio, ha vissuto Pesaro 2024 per festeggiare l’avvio dei suoi 366 giorni da Capitale italiana della cultura, alla Vitrifrigo Arena.

Dopo la cerimonia inaugurale del mattino, con 8mila presenze accorse per accogliere il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, si è cantato con Max Gazzè, che ha portato nel parterre e negli spalti 5mila persone; si è ballato (in 2mila) con l’Orchestra di Mirko Casadei, che ha trasformato in un’enorme balera il palazzo dello sport della città; per poi accogliere la grande festa per i più giovani, Once a Year, con i dj set e, special guest, Rosa Chemical acclamato da oltre 2mila giovani.

“Una bellissima e indimenticabile festa della città” dicono il sindaco Matteo Ricci e il vicesindaco assessore alla Bellezza Daniele Vimini. “Una giornata che segna l’inizio di un anno straordinario, quello di Pesaro 2024 – Capitale italiana della cultura – che ci siamo immaginato per mesi e sognato per anni. E che oggi è realtà”. “Grazie ai quasi 20mila pesaresi e ‘cittadini temporanei’ che ci hanno raggiunto – continuano Ricci e Vimini -; almeno tre generazioni di pubblico composte e partecipi nei momenti più intensi e caldi e fragorose quando serviva dare la spinta alle emozioni, tra questi le ragazze e i ragazzi delle scuole (in 2000 al mattino, ndr), meravigliosi. Grazie ai 200 VolontarX, che hanno scelto di essere protagonisti dell’evento; grazie agli artisti che hanno interpretato, elevato e condiviso il senso de ‘La natura della natura”; ai tecnici e professionisti della Vitrifrigo Arena, alla stampa presente e attenta; ai partner che sostengono e sosterranno Pesaro 2024; alla Prefettura nel coordinamento delle forze dell’ordine e della gestione del complesso cerimoniale con il Quirinale; alla Polizia locale e alla Protezione civile”.